Nunzio Catalano,l’Olympic nel cuore

 

 

– Il campionato di C2 Regionale è ormai alle porte, 10 formazioni al “via” (minimo storico e record nazionale), parla uno dei protagonisti indiscussi di questa tanto ambìta categoria: Annunziato Catalano sei ormai la COLONNA PORTANTE di questo rinnovato Olympic, ancora una volta dopo tanti anni ti trovi sulla breccia per lottare, divertirsi e soprattutto vincere.
Sembra che il tempo non passi mai, ma sono già ben 11 anni che gioco in questo campionato! L’inizio di quest anno sportivo mi ha fatto ritrovare la voglia di continuare a giocare, anche perché l’ultimo anno un po’ travagliato faceva si che la partita della domenica diventasse un incubo, perchè da parte dei miei compagni ed EX non vedevo la voglia e la grinta che aveva sempre contraddistinto la nostra squadra .Finalmente oggi non dobbiamo più rincorrere le persone.

– Questo sembra l’anno buono, con ritorni e cambiamenti importanti.
Intorno a me e Massimo  (Lazzara, capitano di lungo corso ndr) ci sono 10 ragazzi che hanno tutte le intenzioni di giocare insieme e di migliorarsi, accettando durante gli allenamenti i suggerimenti di noi “anziani” professionisti e non, e del coach, procurandoci nuovi stimoli. Sicuramente il ritorno di Carlo (Sant’Ambrogio ndr) ha contribuito a ricreare quel clima di serenità che ci ha portato negli anni ad essere una delle squadre più invidiate nel panorama cestitico regionale. Sicuramente non ci poniamo nessun obiettivo tranne quello di divertirci e di far divertire i nostri tifosi.

– Che “campionato” sarà?
Sono convinto che ci siano squadre più attrezzate fisicamente ed economicamente ma sono certo che ci toglieremo delle soddisfazioni perchè alcune qualità morali come l’amicizia, il cuore e la tenacia non si possono comprare ma si creano giorno x giorno.

– Speravi in qualcosa di più quest’anno?
Forse una delle “delusioni” che ho sofferto di più e’ stato l’addio di Santucci, con cui ho trascorso sia dentro che fuori dal campo dei momenti unici che resteranno indelebili nel mio cuore. Gli auguro di riuscire a divertirsi nella sua nuova avventura e di trovare quegli stimoli che cercava io e che io fortunatamente sono riuscito a trovare! Mi sarebbe piaciuto ritrovare anche Paolo Canale ma il destino ha voluto che le nostre strade si incontrino ancora una volta da avversari su un rettangolo di gioco.

Questa estate sei stato l’oggetto del desiderio di numerose squadre, sia di C2 che C1 che avrebbero fatto ponti d’oro per ingaggiarti ma tu hai scelto il CUORE perchè ormai lo sanno tutti: la tua “parola” è una ed una soltanto.
L’Olympic è la mia famiglia, sono cresciuto con loro, ho fatto minibasket fino a 16 anni nella palestra di Santa Caterina, migliorando in ogni fondamentale, dal terzo tempo di sinistro alla meccanica del tiro, non riesco a vedermi con addosso un’altra maglia, una maglia che indosso con orgoglio quasi fosse una seconda pelle. Devo comunque ringraziare il basket Villa San Giovanni, soprattutto Eugenio Dattola e Salvatore Versace i quali avrebbero voluto con piacere che io facessi parte della loro squadra; ringrazio anche la Redel Vis (C1 per la precisione) che mi ha permesso di potermi allenare con loro e di potermigliorare ancora e che son convinto che faranno un bel campionato con Stefano Zampogna indiscusso leader di questa squadra e di questa categoria; di ragazzi come lui ce ne sono poche in giro !!! Grazie e buon campionato a tutti !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons