Olympia,si riparte da Giulia Melissari

Diversi i nomi di atlete di caratura nazionale in agenda, molte le trattative in corso ed altre in via di definizione.  Si ripartirà senza ombra di dubbio da un punto fermo: dal capitano Giulia Melissari

Sarà lei, al via della sua terza stagione con la maglia nero-verde, la prima pietra della costruzione del roster della formazione che disputerà il prossimo campionato di A2, e sarà lei ancora una volta il capitano che trascinerà il gruppo al via dell’annata 2012/2013.

Play/guardia mancina, convocata fra le prime 16 d’Italia, predilige molto la corsa, il gioco in transizione, punisce spesso le difese col suo tiro dall’arco dei 6,75, haYa appena disputato il suo secondo campionato di B d’eccellenza Nazionale ma alle spalle ha già quattro campionati regionali. Convocata con la rappresentativa U15 di Stella Campobasso, cresciuta nel vivaio Lumaka, nonostante la giovane età ha già significative esperienze maturate lontane da casa col Cras Taranto (Campione d’Italia A1) e la Lazur Catania (Campione d’Italia U15) e con  la Raimbow Catania (U19). Pur giovane ha conseguito numerosi successi sportivi nel basket: vice campione d’Italia nel campionato studentesco 2009-2010 con il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, seconda miglior realizzatrice del campionato di B Regionale 2009-2010,  terza miglior realizzatrice nel torneo nazionale Azzurrina U15, miglior giocatrice di vari tornei; premiata dal Presidente Regionale della Fip Sicilia come MVP dell’All Stars Game 2010 ed ancora riconoscimenti sono stati attribuiti dal CONI Regionale, nonché nella conference Reggioacanestro day 2010 e  2011. 
Il suo talento istintivo l’ha resa una delle principali protagoniste della meravigliosa annata 2011-2012 (anno della promozione in serie A2) ed una delle migliori 5 realizzatrici dell’intero torneo d’Eccellenza. Ottimo il tasso tecnico, l’elevazione e l’agilità, attacca bene 1 contro 1 fronte a canestro, per andare fino in fondo o per mettere le compagne in ritmo per tiri comodi, molto spesso con assist e passaggi precisi. Permette alla sua squadra di variare le soluzioni offensive e aumentare la pericolosità. Un’altra delle sue qualità che subito si nota è la sua velocità. 
Corre in contropiede, assiste le sue compagne, segna in sottomano tutto alla velocità della luce. Ottima la visione di gioco e “l’intelligenza cestistica”. 
Quest’anno è cresciuta moltissimo nella gestione della squadra, rinunciando a qualche tiro per coinvolgere di più le compagne. Molto spesso è stata chiamata a svolgere ruoli diversi; è abile a difendere sui playmaker, sulle guardie, ma anche sui quattro e sui cinque. Bene nel difendere sulla palla; ha mani rapide che le permettono di recuperare molti palloni. Brava a giocare di anticipo. E quello che non ti aspetti da un play/guardia, grazie alla sua elevazione riesce a prendere numerosi rimbalzi. Perfetta l’esecuzione dell’arresto e tiro con galleggiamento nell’aria ad un tempo, ma la cosa più bella e vederla correre in contropiede con la palla: l’eleganza del gesto atletico è da “indossatrice del parquet”. Giulia Melissari è puro talento ed ha le ”stimmate” del fenomeno cestistico.

Per nulla intimorita dal nuovo impegno che appare all’orizzonte, Giulia Melissari si dichiara “assolutamente pronta per questo nuovo, arduo viaggio. Assieme alle mie compagne, ma preferisco chiamarle sorelle, abbiamo conquistato una serie A2 con lavoro, fatica, tanto sudore, sacrificio, maturità professionale ed umana, superando diversi ostacoli rimanendo sempre coese e compatte. Ci siamo rese conto – prosegue il capitano Melissari – man mano che il tempo passava e conoscendoci meglio, di far parte tutte insieme di un grande ingranaggio e che nessuna era più importante rispetto ad altre ma ognuna di noi era invece indispensabile per il raggiungimento dello stesso obiettivo; negli sport di squadra è così e lo sarà sempre. 
Ne è valsa la pena perchè il risultato è stato fantastico, una promozione guadagnata sul campo, ma non siamo che all’inizio di un nuovo traguardo: affronteremo giocatrici professioniste nazionali ed internazionali ed il livello di gioco sarà certamente altissimo. Questo confronto ci aiuterà a crescere. Se la scorsa stagione abbiamo lavorato sodo e dato il 100%, quest’anno dobbiamo superare questa soglia e andare oltre ed io non vedo l’ora di iniziare
“. 

Alla giovane matricola Olympia Reggio Calabria spetta, quindi, l’onere e soprattutto l’onore di portare in giro per l’Italia e sui migliori palcoscenici del basket femminile il nome della Città Metropolitana e sponsorizzando così al meglio anche l’immagine della regione Calabria.

 


Carlo Vetere

US Olympia Basket RC
reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons