Open Day,tutti vincitori

 

 

16 marzo 2014 – Reggio Calabria.

Al Centro Sportivo Viola “Massimo Mazzetto” questa domenica si è svolto l’OPEN DAY del Minibasket dedicato ai piccoli atleti della categoria Scoiattoli.

Il Responsabile Provinciale Minibasket, il prof. Santi La Fauci, organizzatore dell’evento, attento da sempre a questo Settore, ha coinvolto la componente Mini Arbitri invitandoli a partecipare attivamente alla manifestazione al fine di educare e responsabilizzare al gioco ed alle regole i piccoli cestisti.

I giovani direttori di gara che hanno preso parte all’evento Fabien Jean Baptiste, Luca Cristarella, Vincenzo Nicolò e l’arbitro Maria Teresa Comerci si sono divertiti molto, facendo tesoro di questa formativa esperienza ed apprezzando in pricipal modo la naturale spensieratezza di tutti i bambini scesi in campo numerosi perseguendo un solo obiettivo: GIOCARE INSIEME!!!

A completare la squadra CIA c’erano gli ufficiali di campo Stefania Giordano, Liliana Praticò, Arianna Zanetti e Daniele Quartuccio. Ai nuovi mini arbitri va l’augurio di continuare sempre con tanta voglia e passione questa loro avventura ed a tal proposito abbiamo ascoltato l’Istr. Reg. Mini Arbitri Roberto Viglianisi: “essendo alla loro prima esperienza sono stati bravissimi e soprattutto si sono divertiti, c’era il giusto clima domenica, sereno e festoso”.

Circa gli obiettivi da raggiungere il neo istruttore regionale Viglianisi prosegue: “E’ mia intenzione far crescere il movimento arbitrale, a piccoli passi, senza fretta ma sempre con il divertimento e la passione che sono la cosa fondamentale da trasmettere ai ragazzi. Fino ad oggi – continua Roberto Viglianisi – dopo la qualifica presa ufficialmente a fine novembre, è stato duro fare ripartire tutto, eravamo parcheggiati ai box da tempo col settore mini arbitri e la cosa che per adesso mi riesce meglio è stare accanto ai ragazzi accompagnandoli alle gare per adesso che sono le loro prime esperienze, bisogna seguirli e non fargli il corso e abbandonarli a se stessi.

Con la loro maturazione arbitrale poi il resto verrà da se e se è vero che il lavoro paga, tra qualche tempo, 1 o 2 anni nella più ottimistica previsione, si vedrà il risultato. Sono “nato” mini arbitro e so come ci si sente da piccoli ad  arbitrare. Se noi “grandi” amiamo la pallacanestro abbiamo l’obbligo di essere un buon esempio di positività verso questi giovani ragazzi, i nostri futuri arbitri”.

I vincitori di questa splendida giornata? Tutti i partecipanti, miniarbitri compresi

Coraggio quindi e buon lavoro a tutto il CIA e UDC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons