Oscar anche a Reggio, lo vince la Viola

REGGIO CALABRIA –  Negli Stati Uniti è stata la giornata degli Academy Awards ma una delle preziose statuette è arrivata nella serata di ieri anche al PalaCalafiore di Reggio Calabria.

Le nomination? Tante ma l’Oscar va… alla Viola Reggio Calabria, che ha festeggiato ieri con una grande vittoria contro Imola, e con ben otto giornate di anticipo, il raggiungimento dell’obiettivo stagionale più importante: la permanenza in A2 Silver che equivale ad una “promozione” nella A2 unica della prossima stagione.

I neroarancio torneranno, quindi, a calcare i parquet della seconda serie nazionale dopo 8 anni da quel lontano 2007 quando la Viola di coach Moretti disputò per l’ultima volta l’allora Legadue.

Un risultato straordinario che la società guidata dal patron Muscolino ha raggiunto dopo anni di sacrifici, tra mille difficoltà,  senza mai mollare.

Ci piace, allora, consegnare virtualmente l’Oscar alla VIOLA, ovvero a tutti coloro che, negli ultimi anni e nella stagione in corso, hanno permesso il raggiungimento di questo preziosissimo traguardo.

Si dirà… ed ora? Non è certamente finita qui. Siamo a fine Febbraio, con sette partite ancora da giocare ed a due punti dal quarto posto; coach Benedetto, il presidente Branca e il direttore sportivo Condello in conferenza stampa post partita, fissano insieme il prossimo obiettivo: divertirsi da qui alla fine e sognare, perchè no, anche i playoffs.

Venendo alla gara di ieri, sette uomini in doppia cifra per una prova corale straordinaria che non ha lasciato scampo all’Andrea Costa Imola di coach Ticchi (bentornato sul parquet). Troppo forte questa Viola per gli emiliani, tanta era la voglia di riscattare la bruttissima figura in quel di Ferrara e gli uomini di coach Benedetto hanno spinto da subito sull’acceleratore.

Dopo un primo quarto equilibrato, chiuso da una palla rubata da Rush e schiacciata in contropiede di Azzaro (25-24), la Viola annienta l’Andrea Costa nella seconda frazione: Juan Marcos Casini apre le danze, Deloach, Rush ed Ammannato piazzano in un amen il 12-2 che lancia i reggini sul +11 (37-26 al 13′). I neroarancio dominano a rimbalzo e con il duo Casini-Spissu volano fino al +17 (53-36 al 19′). Si va poi negli spogliatoi sul 57-42.

Nella terza frazione il ritmo non cambia: i neroarancio guidati da Rezzano, Ammannato e Rush volano sul +20 (66-46 al 25′) e la gara è sostanzialmente chiusa. Al 27′ piccola contusione ossea alla mano per Moe Deloach, tenuto poi precauzionalmente in panchina fino al termine. Coach Benedetto lascia tanto spazio ai giovani Spissu, Azzaro e Lupusor che ripagano la fiducia e strappano gli applausi dei 2.660 presenti; nel finale, qualche minuto anche a De Meo che va a referto e fissa il 94-77 finale.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

Foto:Fortunato Serranò

VIOLA REGGIO CALABRIA – ANDREA COSTA IMOLA  94-77

VIOLA: Deloach 19, Casini 12, Azzaro 11, Rezzano 10, Lupusor, Spissu 12, Rossi 2, De Meo 2, Rush 15, Ammannato 11. Coach: Benedetto

IMOLA: Bushati 14, De Nicolao 8, Maganza 4, Prato 12, Bartolucci 12, Anderson 5, Guazzaloca, Hassan 6, Preti, Perry 16. Coach: Ticchi

Arbitri: Paolo Lestingi di Anzio (RM) – Saverio Barone di Castel Mella (BS) – Giacomo Dori di Mirano (VE)

Parziali: 25-24; 57-42; 76-58

Le dichiarazioni

Benedetto,allenatore

Questo il commento a caldo del coach dei neroarancio, Gianni Benedetto, al termine di Viola-Imola: “Se ci aspettavamo una risposta dai giocatori sul piano dell’intensità e della voglia di riscattarsi dopo una partita molto deludente, mi sembra che possiamo ritenerci soddisfatti. Oggi è un giorno di festa perchè con otto giornate d’anticipo raggiungiamo l’obiettivo più importante fissato dalla società a inizio campionato, ovvero la partecipazione al campionato di A2 del prossimo anno. Mi devo congratulare con il mio direttore sportivo, Gaetano Condello, che mi ha messo a disposizione una squadra di grande qualità, facendo davvero dei salti mortali per restare dentro il nostro budget. Devo congratularmi con tutti i miei atleti perchè hanno dato il massimo, riuscendo ad andare oltre la fatica, gli acciacchi e qualche problema personale. Ringrazio i miei collaboratori per il lavoro duro e meticoloso portato avanti in questa stagione. Ci restano ancora altre partite da giocare in cui proveremo a raggiungere un obiettivo che sarebbe davvero qualcosa di grandioso. Per questo sento di dover rassicurare la proprietà, il presidente e tutti i nostri tifosi, circa l’impegno e la voglia di vincere che metteremo in campo in campo da qui in avanti per provare ad arrivare più in alto possibile”.

Condello,Direttore Sportivo

Al termine di Viola-Imola è intervenuto in conferenza stampa anche il direttore sportivo dei neroarancio, Gaetano Condello: “Mancano ancora sette partite, quindi preferisco rimandare alla fine del campionato un giudizio complessivo su questa stagione. Stasera la Viola ha dato una risposta di un certo livello alle polemiche e alladelusione scaturite dopo la gara di Ferrara. Naturalmente la partecipazione al prossimo campionato di serie A2 rappresenta un traguardo importantissimo che però non dove distogliere la nostra attenzione da tutti gli altri aspetti che riguardano questo progetto e che devono ancora essere migliorati”.

Il direttore sportivo della Viola ha voluto poi chiarire la vicenda legata al tesseramente del giovane Valerio Cucci, spiegando che: “Dopo aver svolto con esito positivo tutte le visite mediche, i controlli e le verifiche di rito, ci siamo trovati di fronte ad una situazione inaspettata, ovvero lo stop della Fip che ci impediva di tesserare l’atleta poichè ha già fatto un doppio tesseramento con Stella Azzurra e Veroli. Circostanza quanto meno insolita visto che il giudice sportivo ha chiarito che tutte le partite e i tesseramenti di quest’ultima compagine, di fatto, non esistono più. Non voglio fare nessuna polemica con la Fip, però certo dispiace molto per un ragazzo di indubbie qualità, giovane ma già nel giro della Nazionale e quindi un elemento di prospettiva per il progetto della Viola”.

Branca,Presidente

Oggi è una giornata importante – ha detto il presidente della Viola Basket, in conferenza stampa al termine di Viola-Imola – che segue quella di sabato quando dopo la sconfitta di Piacenza e la decisione assunta dal Consiglio federale in merito al campionato unico, abbiamo avuto la matematica certezza per il nostro club di ritornare, dopo otto anni, nel secondo campionato nazionale di pallacanestro. Ero certo, nel giugno scorso, che avrei fatto queste dichiarazioni in questa stagione. Di certo non potevo immaginare di farle già a febbraio. Siamo molto contenti perché l’obiettivo è stato raggiunto in maniera anche brillante, se escludiamo alcuni passaggi a vuoto che pure sono fisiologici in un torneo così equilibrato. Mi preme però sottolineare che rispetto al quadro generale degli obiettivi fissati a inizio stagione, tutto si è effettivamente concretizzato e, in alcuni casi, anche con ampio anticipo rispetto alla tabella di marcia iniziale. Basti pensare alla situazione degli impianti e del PalaCalafiore in particolare, che oggi appare quasi come qualcosa di scontato. Il ritrovato entusiasmo e il calore della tifoseria e, soprattutto, il progetto Viola che sta andando avanti spedito e continua ad abbracciare tutte le componenti che formano l’universo neroarancio. Mi riferisco allo straordinario lavoro del settore giovanile e dell’Under 19, condotto da coach Bolignano, il meraviglioso impegno dei ragazzi della Viola in carrozzina e, non ultima, la squadra femminile che al di là degli ottimi risultati conseguiti sul campo, contribuisce ad aumentare l’affezione e la crescita complessiva del progetto Viola. Tutto questi sono fatti inconfutabili che solo qualche mese fa, ad alcuni, potevano apparire come un vero e proprio libro dei sogni. Non chiediamo per questo, complimenti a buon mercato. Semmai vogliamo ribadire che la Viola prosegue il suo cammino a passi fermi e con senso di responsabilità. In questo contesto, nella qualità di consigliere di Lega, voglio evidenziare quanto accaduto in questi giorni. Grazie alla ferma volontà del presidente di Lega, Pietro Basciano e dell’intero consiglio, la Federazione ha inteso recepire l’indicazione della Lega con riferimento al campionato unico di A2 che costituisce per noi un traguardo estremamente importante. Traguardo che ci consente di migliorare ulteriormente l’attività di programmazione per una Viola che potrà disputare il secondo torneo nazionale, al PalaCalafiore, con un coach il cui profilo è fortemente identitario e un entusiasmo che in prospettiva può solo aumentare. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento ai tifosi che continuiamo a sentire parte integrante di questo progetto e gli organi d’informazione che hanno seguito, e continueranno ancora a seguire, con grande con attenzione ogni step di questo nostro percorso. La stagione sotto il profilo dei risultati è stata soddisfacente ma, per quanto mi riguarda, il bello comincia adesso. D’altro canto abbiamo un coach che ha continuamente bisogno di raggiungere nuovi obiettivi e, sono sicuro, che il gruppo saprà interpretare con un rinnovato spirito ma con la determinazione di sempre, il finale di campionato”.

SERIE A2 SILVER 23° giornata
Paffoni Omegna-Basket Recanati 94-87
Bakery Piacenza-De’ Longhi Treviso 72-80
Mobyt Ferrara-Acmar Ravenna 80-76
Viola R. Calabria-Andrea Costa Imola 94-77
Bawer Matera-Mec-Energy Roseto 85-93
Remer Treviglio-Benacquista Latina 89-66
Givova Scafati-Orsi Tortona 109-104
Proger Chieti-Europromotion Legnano 77-70
Classifica: De’ Longhi Treviso 32,Acmar Ravenna 30,Mobyt Ferrara 30,Remer Treviglio 28,Viola R. Calabria 26,Basket Recanati 26,Orsi Tortona 26,Proger Chieti 24,Givova Scafati 22,Andrea Costa Imola 22,Paffoni Omegna 22,Mec-Energy Roseto 20,Europromotion Legnano 20,Benacquista Latina 18,Bawer Matera 14,Bakery Piacenza 8
Prossimo turno: Europromotion Legnano-Viola R. Calabria,Mec-Energy Roseto-Andrea Costa Imola,Proger Chieti-Bakery Piacenza,Orsi Tortona-Bawer Matera,Acmar Ravenna-Givova Scafati,Basket Recanati-Mobyt Ferrara,Benacquista Latina-Paffoni Omegna,De’ Longhi Treviso-Remer Treviglio
Mobyt Ferrara – Acmar Ravenna 80-76 (17-17, 21-17, 24-14, 18-28)
Mobyt Ferrara: Huff 8 (1/2, 1/4), Bottioni 2 (1/2), Castelli 13 (1/3, 3/4), Amici 7 (3/10, 0/3), Ferri 14 (2/3, 2/6), Casadei 2 (1/1, 0/1), Benfatto 8 (1/3), Pipitone 4 (1/2), Hasbrouck 22 (5/5, 2/6) N.E.: Bereziartua, Sita, Verrigni
Tiri Liberi: 24/33 – Rimbalzi: 37 23+14 (Huff, Amici 8) – Assist: 11 (Bottioni, Amici, Ferri 3)
Acmar Ravenna: Holloway 15 (3/5, 3/8), Amoni 4 (2/3, 0/1), Cicognani 6 (3/3), Rivali 13 (5/7, 1/2), Raschi 9 (2/4, 1/1), Tambone 7 (1/2, 1/3), Foiera 9 (3/4, 1/1), Antony Singletary 13 (5/9, 1/4) N.E.: Grassi, Battaglia, Seck
Tiri Liberi: 4/11 – Rimbalzi: 24 19+5 (Foiera 5) – Assist: 13 (Antony Singletary 4) – Cinque Falli: Amoni
===============================================
Viola R. Calabria – Andrea Costa Imola 94-77 (25-24, 32-18, 19-16, 18-19)
Viola R. Calabria: Deloach 19 (4/4, 1/2), Marcos Casini 12 (6/7, 0/4), Azzaro 11 (4/5, 0/1), Rezzano 10 (3/5, 1/5), Lupusor 0 (0/1), Spissu 12 (0/2, 3/4), Rossi 2 (0/1), De Meo 2 (1/1), Rush 15 (6/8, 1/6), Ammannato 11 (5/5, 0/1)
Tiri Liberi: 18/21 – Rimbalzi: 33 19+14 (Rush 15) – Assist: 21 (Deloach 7)
Andrea Costa Imola: Bushati 14 (4/6, 0/2), De Nicolao 8 (3/5, 0/3), Maganza 4 (1/1), Prato 12 (1/3, 2/3), Bartolucci 12 (1/2, 3/5), Anderson 5 (1/5, 0/2), Guazzaloca, Hassan 6 (1/3, 1/3), Preti 0 (0/2 da tre), Perry 16 (6/8, 1/1)
Tiri Liberi: 20/23 – Rimbalzi: 18 12+6 (Perry 5) – Assist: 13 (De Nicolao 4)
===============================================
Bawer Matera – Mec-Energy Roseto 85-93 (15-20, 22-24, 21-25, 27-24)
Bawer Matera: Cucco 0 (0/1), Greene 30 (6/13, 1/3), Fallucca 5 (0/2, 1/3), Richard 4 (2/4), Baldasso 7 (2/3, 1/4), Bonessio 6 (3/5, 0/1), Caroldi 4 (2/3, 0/1), Tagliabue 16 (5/6, 1/1), Migliori 13 (3/5, 1/4) N.E.: Sacco, Dagostino, Loperfido
Tiri Liberi: 24/27 – Rimbalzi: 29 24+5 (Greene, Richard 6) – Assist: 13 (Migliori 3) – Cinque Falli: Greene
Mec-Energy Roseto: Pitts 16 (3/9, 2/6), Borra 20 (8/12), Ferraro 5 (2/2, 0/5), Bartoli 2 (1/3, 0/1), Marini 9 (3/4, 1/1), Janelidze 2 (1/1, 0/1), Bryan 7 (3/4), Joshua Jackson 20 (0/2, 5/7), Moreno 12 (3/4, 1/5) N.E.: Ippedico
Tiri Liberi: 18/27 – Rimbalzi: 38 24+14 (Bryan 13) – Assist: 10 (Pitts 5)
===============================================
Remer Treviglio – Benacquista Latina 89-66 (22-13, 25-14, 18-17, 24-22)
Remer Treviglio: Sabatini 0 (0/1), Marusic 4 (2/2, 0/2), Kyzlink 10 (2/5, 2/6), Slanina 9 (3/5), Pasqualin 3 (1/1 da tre), Gaspardo 12 (3/6, 1/2), Marino 11 (5/5, 0/2), Carnovali 13 (3/5, 2/6), Rossi 12 (4/9), Turel 15 (3/6, 3/6)
Tiri Liberi: 12/15 – Rimbalzi: 44 32+12 (Gaspardo 11) – Assist: 24 (Marino 10)
Benacquista Latina: Banti 8 (3/4), Santolamazza 3 (0/1, 1/3), Anthony Roman Nardi 5 (1/6, 1/3), Ikechukwu Ihedioha 6 (3/10, 0/4), Uglietti 3 (0/2, 1/3), Cantone 2 (1/1, 0/2), Portannese 19 (2/6, 4/10), Ianes 6 (2/6), Reed 14 (5/13, 0/2) N.E.: Mathlouthi
Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 36 18+18 (Ianes, Reed 9) – Assist: 12 (Cantone 4)
===============================================
Givova Scafati – Orsi Tortona 109-104 dts (24-17, 23-24, 15-24, 28-25, 19-14)
Givova Scafati: Lestini 5 (1/2, 1/3), Ghiacci 8 (1/1, 1/2), Ruggiero 19 (0/5, 4/8), Simmons 27 (10/13, 0/1), Evans 30 (10/13, 2/6), Bisconti 5 (1/2), Sanguinetti, Spinelli 15 (1/5, 2/4) N.E.: Zaccariello, Di Palma
Tiri Liberi: 31/40 – Rimbalzi: 40 27+13 (Simmons 12) – Assist: 20 (Spinelli 8)
Orsi Tortona: Rotondo 15 (6/8, 1/2), Gioria 4 (1/2), Venuto 13 (1/1, 3/8), Simoncelli 18 (1/5, 4/9), Losi 6 (1/3, 1/5), Crockett 26 (9/12, 2/3), Valenti 2 (1/1, 0/1), Tavernari 6 (0/1, 1/5), Galloway 14 (4/5, 2/4) N.E.: Max Strotz
Tiri Liberi: 14/15 – Rimbalzi: 31 21+10 (Crockett 8) – Assist: 20 (Venuto 8) – Cinque Falli: Rotondo, Galloway
===============================================
Proger Chieti – Europromotion Legnano 77-70 (22-23, 17-20, 19-11, 19-16)
Proger Chieti: Hamilton 12 (2/4, 2/4), Ippolito, Palermo 9 (1/1, 1/3), Paesano 2 (1/2), Ancellotti 15 (6/9, 1/1), Sergio 8 (1/4, 2/5), Monaldi 10 (1/3, 2/7), Di Giacomo 0 (0/1), Sollazzo 21 (7/13, 1/4) N.E.: De Laurentiis
Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 36 27+9 (Sergio 11) – Assist: 14 (Sollazzo 8)
Europromotion Legnano: Krubally 21 (6/12), Petrucci 0 (0/1 da tre), Maiocco 5 (0/2, 1/5), Frassineti 21 (5/7, 3/8), Arrigoni 5 (1/2, 1/3), Di Bella 8 (3/5, 0/4), Locci 0 (0/1), III Merchant 10 (0/3, 1/2), Navarini 0 (0/1, 0/3) N.E.: Tognati, Gastoldi
Tiri Liberi: 22/24 – Rimbalzi: 33 24+9 (Krubally, III Merchant 8) – Assist: 10 (Di Bella 3) – Cinque Falli: Krubally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons