OVERTIME FATALE:REGGIO RIMONTA MA SI FERMA CONTRO I FALCONSTAR

La classifica non sorride, è evidente, l’ultimo posto in classifica neppure, con i soli due punti conquistati dopo dieci partite, però, qualche segnale di risveglio si è visto, questo è indubbio.

La Pontoni Monfalcone batte la Pallacanestro Viola al termine di una gara maschia, tosta e combattiva, con continui ribaltamenti di fronte finita dopo un overtime, dove i padroni di casa trovano in Furin il top scorer di serata e conquistano due punti importanti per la classifica ottenendo il quarto successo stagionale.

Partono meglio i reggini, sospinti da 6,rumorosi tifosi.
A detta di qualche presente, i nero-arancio sembravano giocare in casa nella Palestra friulana.

Nel primo parziale in ragazzi di Coach Bolignano trovano con continuità la via del canestro chiudendo avanti di 4 segnature.

Nel secondo quarto Rezzano e soci, iniziano a carburare e trovano soluzioni efficaci vicino a canestro recuperando lo svantaggio ed andando avanti anche in doppia cifra.
A canestro anche l’altro ex Armin Mazic ben supportai dal tandem Bacchin-Furin.
Nella seconda parte di gara,Monfalcone prova a dare la spallata decisiva al match con un parziale di 21 a 15 che regala a Furin e compagni un nuovo vantaggio in doppia che accompagnerà il match fino a 5 minuti dalla fine.
A quel punto, Amar Balic, si trasforma in one-man-show della serata e con la preziosa collaborazione di Renzi inizierà la rimonta, un canestro dopo l’altro con grinta, efficacia e passione.
I reggini riescono anche ad andare in vantaggio ma, grazie alla precisione ai liberi, la squadra di Matteo Praticò avrà la testa per pareggiare i conti.
Nel supplementare i locali giocano con maggiore concentrazione.

Tanti avvicinamenti a canestri, tanti falli subiti e tanti giri in lunetta realizzati con precisione.
Reggio,invece, è stanca e pasticcia allontanandosi dall’avversario nel momento clou.
Un contropiede efficace firmerà l’allungo decisivo per la Pontoni che conquista l’intera posta in palio.
La Pallacanestro Viola si conferma in crescita ma dovrà lavorare ancora tanto per ritrovare la vittoria: non c’è tempo per i rimpianti, mercoledì occorrerà rialzarsi contro la tonica Bergamo dell’ex Totò Genovese.

Il dato preoccupante, è la mancata affezione a questa squadra.

In pochi l’hanno seguita live, tanti nostri lettori, seguendo il netcasting LNP(per una volta errato), sono rimasti increduli di fronte al minutaggio del giovane Freno (che settimana scorsa ha vinto la sua prima partita in C Silver con l’Amatori Messina).
Le sconfitte non aiutano e l’appeal sembra scemato ulteriormente: vedendo lottare questi atleti, però, è necessario ritrovare un pizzico di tifo ed affezione in più per provare a piazzarsi quantomeno al quintultimo posto, che non sarà sicuramente l’ambito traguardo d’inizio stagione (i primi quattro) ma, è pur sempre una strada per provare a trovare una scorciatoia verso la B D’Eccellenza.Insomma, tocca realmente indossare i panni, reali e duri da digerire da ultima in classifica, non nel senso di depressione annessa ma nel senso di combattività che dovrà permeare minuto dopo minuto di questa stagione al momento pessima ed amara.

Pontoni Monfalcone – Pall. Viola Reggio Calabria 84-75 (17-21, 18-12, 21-15, 14-22, 14-5)
Pontoni Monfalcone: Giacomo Furin 23 (9/11, 1/2), Marco Bacchin 19 (5/12, 1/1), Roberto Prandin 17 (3/9, 1/3), Armin Mazic 11 (1/6, 3/8), Massimo Rezzano 9 (2/5, 0/4), Andrea Cestaro 4 (1/1, 0/3), Giovanni Bellato 1 (0/0, 0/0), Nicolo’ Soncin 0 (0/1, 0/0), Devil Medizza 0 (0/3, 0/0), Andrea Coronica 0 (0/0, 0/0), Stefano Marson 0 (0/0, 0/0), Davide Paiano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 24 / 31 – Rimbalzi: 41 10 + 31 (Giacomo Furin 11) – Assist: 13 (Armin Mazic, Massimo Rezzano 4)
Pall. Viola Reggio Calabria: Andrea Renzi 24 (8/14, 2/6), Amar Balic 17 (2/10, 4/9), Stefano Spizzichini 11 (4/16, 0/0), Vincenzo Provenzani 10 (2/5, 1/3), Davide Marchini 7 (3/6, 0/1), Simone Farina 5 (1/1, 1/2), Giambattista Davis 1 (0/4, 0/0), Federico Bischetti 0 (0/0, 0/0), Michelangelo Laquintana 0 (0/0, 0/0), Fabio lorenzo Freno 0 (0/0, 0/0)

Show Buttons
Hide Buttons