PALACALAFIORE “CATTEDRALE NEL DESERTO”:ANCHE OGGI A PORTE CHIUSE..E TUTTI SCAPPANO

Palacalafiore? A rischio chiusura.

Oggi, il Basket in Carrozzina di Reggio Calabria, realtà che ha recentemente conquistato lo storico traguardo dei PlayOff scudetto di questa competizione, giocherà alle ore 16,ma a porte chiuse a causa della normativa, ritornata in essere e comunicata ai Club a Gennaio.(Qui la Pec inviata alle società)
Una gara di riflesso nazionale, complice la diretta sul Twich di Italbasket avrà zero presenti al Palazzetto, una brutta figura Reggio e non solo.

Cosa succede – Domani, una nuova vetrina importante per il basket, il “Draft Nba” dell’Under 13 Femminile,inizialmente nel maxi-impianto andrà in scena al Palalumaka.

L’Omi.Fer Palmi di Serie A3 Maschile esordirà, invece, nel ritrovato impianto del PalaSurace con, il medesimo trasferimento che dovrebbe riguardare la Reghion Volley.

La Pallacanestro Viola ha giocato l’ultima in casa omologandosi alla normativa, nuovamente vigente.

La Botteghelle, già protestante sull’argomento ma senza ascolto, si è già trasferita al PalaNuccioGeri di Archi e, dovrebbe rimanere al PalaCalafiore,sempre a porte chiuse, per le gare d’Eccellenza.

Nuovi problemi all’impianto, al momento oggetto di una piccola ristrutturazione appaiono dietro l’angolo.

Il tutto nasce dal Pullman dei tifosi di Capo D’Orlando danneggiato che ha risvegliato gli animi delle autorità competenti, silenti tutto il tempo pregresso.

In sintesi, come pronosticavamo, il PalaCalafiore è pronto a divenire “una cattedrale nel deserto” con, forma di protesta al limite della nullità, politica assente a livello bi-partisan ed una strada per la risoluzione ancora non tracciata.

La normativa, in se, è corretta, ma è stata applicata ad intermittenza.La programmazione per risolvere la criticità non è in essere, o quantomeno, non è stata palesata.

Reggio,in sintesi, ha “quasi” perso l’impianto più importante della città, della Regione e forse del meridione.

Nessuno scende in piazza, nessuno fornisce una voce univoca, Assessori e Consiglieri,Opposizione ed Enti scomparsi,nessuno ha una strada giusta per la risoluzione di una problematica che è emersa a più battute negli ultimi anni,insomma, si vuole far morire il maxi-impianto.

“Per come già noto il 2023 è iniziato con l’imposizione di ulteriori aggravi alle economie delle Associazioni reggine, di per sé già precarie.- scrive la nota social del Basket in Carrozzina. A nulla è valso far capire la valenza sociale del nostro sport, laddove si chiedeva unicamente un sostegno in termini di servizi, ’ ’ . Per tali motivi la Reggio BiC potrete vederla sabato su , canale ufficiale della FIP: https://twitch.tv/italbasketofficial”

Show Buttons
Hide Buttons