PALL.VIOLA, OGGI ARRIVA KEKOVIC,COME CAMBIERA’ IL GIOCO DEI NERO-ARANCIO?

Come cambierà la Pallacanestro Viola?

Dov’è finita la squadra gagliarda, rapida, effervescente in grado di vincere a Ruvo e Molfetta e combattere contro Bisceglie(probabilmente la più bella partita dell’anno).

Coach Bolignano ha sempre reclamato sorrisi e fiducia. “Devo fare video anche delle cose positive”, disse il Coach qualche giornata fa dopo una bella vittoria.

Oggi, è il momento di cambiare passo in vista di una sfida dal sapore PlayOut, così come accadde nella passata stagione, sempre contro Avellino.

E’ chiaro che, il roster modulabile costruito in estate lascia ampi margini di cambiamento, nonostante la partenza dell’esterno titolare Amar Klacar.

Un parco giocatori ad incastro dove, la partenza dell’ala piccola titolare, seppur Under, scelta in estate, non appare un dramma.

Coach Bolignano ha bisogno di atleti motivati, affamati, dunque, se Klacar,atleta reduce da 2 stagioni dove ha “toccato” realmente poco il campo a Napoli, ha ritenuto opportuno giocarsi le carte in A2 con una ghiotta concorrenza in quel di Chieti, non sono, più problemi della Pallacanestro Viola.

Dentro Kekovic, atleta over, classe 1999 che arriverà giovedì, che potrebbe essere schierato in extremis anche ad Avellino nella cruciale prima di ritorno e che alza centimetri e muscoli del gioco dei reggini.

Sarà fondamentale recuperare a pieno il Capitano Barrile, pedina utile e d’impatto offensivo e difensivo.

Duranti giocherà, probabilmente da ala piccola pura e da lui passeranno tanti e cruciali palloni di questa stagione, dove, basterà un filotto di vittorie per recuperare sorriso e morale. C’è chi rimpiange Mascherpa,Gobbato e Genovese, uomini salvezza della passata stagione. Life is Now, come direbbe uno spot alla Tv, occorre giocarsi il futuro oggi senza se e senza ma.

La gara del PalaDel Mauro, è fondamentale.Vincere in terra irpina allontanerebbe fantasmi e problemi, evidenti o meno.

Show Buttons
Hide Buttons