PALL.VIOLA:DISCO ROSSO IN COPPA. RAGUSA PASSA IL TURNO

Nero-arancio ancora indietro. Ragusa sempre in vantaggio, anche sul più venti conquista l’accesso al secondo turno di Supercoppa.

Disco rosso nella prima ufficiale della stagione 2021-22 della Pallacanestro Viola.

Nero-arancio ancora “Imballati” dalla preparazione precampionato ed indietro rispetto ad un Ragusa tonico che non perdona e conquista l’accesso al secondo turno della competizione.

Reggio,invece, per giocare una nuova partita ufficiale, dovrà aspettare il mese di Ottobre e l’esordio contro la Del.Fes Avellino al PalaCalafiore.

La cronaca

Partita condotta per tutte le frazioni di gioco dai padroni di casa anche se i calabresi hanno insidiato senza remore il canestro locale fino all’ultimo.

Fall e Duranti si presentano nel migliore dei modi al Pala Padua, aprendo i giochi e portando gli ospiti sul 2-6 in un amen. La squadra di coach Bocchino reagisce prontamente. Da Campo, nuovo innesto in casa Virtus, frena gli ardori della Viola, seguito da Sorrentino e Simon che azzerano il gap 6-6 a 4’. Ancora Da Campo protagonista del break che porta avanti i siciliani (12-8) in una partita a ritmi alti.

La panchina ospite ricorre al timeout ma la mossa non paga. La Virtus alza l’intensità difensiva e, trainata da capitan Sorrentino, chiude 24-14 al primo gong.

In avvio di secondo quarto Ragusa non allenta la morsa e capitalizza dalla lunetta con Simon e Canzonieri. La Viola prova a reagire ma la spinta di Ingrosso e Fall non cambia l’inerzia in campo. Sono di Salafia i 4 punti che ricacciano indietro i calabresi (33-22) e che ristabiliscono la doppia cifra di vantaggio. Da Campo, Sorrentino e Rotondo firmano la striscia che porta a 40 i siciliani. Valente muove lo score calabrese quando mancano 2’ alla pausa lunga anche se il finale del primo tempo è ancora di marca azzurra (47-29), con capitan Sorrentino già a quota 19.

Pur caricandosi di falli, i ragazzi di Bolignano provano a scompaginare i giochi e si affidano alle conclusioni dalla lunga distanza con Balic, Duranti e Ingrosso (56-41 al 25’). Ancora Amar buca la difesa azzurra per il -13, costringendo Bocchino al timeout. Al rientro sul parquet gli iblei ripartono con slancio, evidenziando una buona circolazione di palla e piazzando il nuovo affondo (70-51 al 30’).

Gli animi si surriscaldano nell’ultimo quarto in cui si segna poco e si sommano i falli spesi. La Virtus Kleb subisce l’espulsione di Ianelli ed il tentativo di rientro degli ospiti (71-59), con Balic e Duranti che si confermano clienti scomodi per la difesa ragusana. A 3’ dalla fine Balic appoggia a canestro la palla del -11 (77-66), Chessari dalla lunga distanza ricaccia indietro la Viola che, nonostante gli ultimi affondi, non impensierisce i siciliani. Ragusa vince 87-77.

VIRTUS KLEB RAGUSA – PALLACANESTRO VIOLA REGGIO CALABRIA: 87 – 77

Parziali: 24-16; 47-29; 70-51

VIRTUS KLEB RAGUSA

Chessari 13, Rotondo 5, Simon 12, Incremona, Picarelli ne, Smiraglia, Sorrentino 25, Salafia 8, Da Campo 15, Canzonieri 4, Ianelli 5

Coach Bocchino

PALLACANESTRO VIOLA REGGIO CALABRIA

Ingrosso 10, Fall 19, Klacar 7, Lazzari, Balic 11, Radusin ne, Valente 3, Besozzi 2, Gaetano 5, Duranti 20, Barrile

Coach Bolignano

Arbitri: Parisi – Di Mauro

Show Buttons
Hide Buttons