Paolo Canale in tuffo per la Botteghelle

 

 

 

Viola,Lamezia,Olympic,Villa.C’è chi dice che chi arriva al Botteghelle non va più via.Vediamo che succede?

 

E ti sei dimenticato Enea e Cestistica Reggina, considerando che per due anni non ho giocato è un dato indiscutibile il dire che ho cambiato un bel pò di squadre.Quest’avventura al Botteghelle è iniziata per il verso giusto e spero che continui il più a lungo possibile.

 

Come stai vedendo e seguendo Coach Corlito nelle sue nuove vesti?

 

Non per essere “ruffiano”, ma lo vedo proprio bene.Stiamo facendo allenamenti dove si corre,si suda tantissimo ma divertendoci sul serio.Con il Coach ho condiviso una grande stagione all’Audax dove siamo stati compagni di squadra di un team che perse in finale contro Palmi(i palmesi avevano probabilmente il roster più forte di sempre in una C Regionale con quattro stranieri super come Boffelli,Di Nunzio,Righetti e Requejo uniti ai fortissimi Falcomatà,Furfaro e Mauro Ndr).Già all’epoca lui dava dei consigli tattici alla squadra considerata la sua esperienza in campionati maggiori.Spero che quest’anno faccia bene e noi cercheremo di dargli una mano.

 

Una finale persa ed una stagione da urlo che vi ha visto protagonisti super del campionato.Come mai questo addio con Villa San Giovanni?

 

A Villa ho trovato persone fantastiche che mi hanno fatto sentire a casa dal primo giorno in cui sono arrivato iniziato dai compagni di squadra, dai ragazzini del settore giovanie(davvero super) e dal Presidente Salvatore Versace e da tutta la sua famiglia.A dire la verità non mi sarei mai aspettato di arrivare in finale perchè rispetto a noi vedevo più completo il Botteghelle.La nostra voglia di vincere ed il cuore che abbiamo messo in campo hanno fatto sicuramente la differenza.In finale,invece,le cose sono andate abbastanza male.Loro sono stati superiori in tutti e 40 minuti disputati,per noi era già importante essere arrivati fino in fondo.

Per quanti riguarda il mio addio ai colori nero-verdi,se me lo avessi chiesto a Gennario avrei risposto:”Ma sei pazzo?”.Pensavo di non muovermi più da lì.

A fine anno le cose sono cambiate la Dirigenza ha fatto le sue scelte ed io le mie.

 

Quanto ha pesato l’arrivo di Santucci per convincere Paolo Canale a giocare per i bianco-blu?

 

Direi proprio tanto.Gianni è un grande amico e se non fosse stato per lui Coach Piero non mi avrebbe mai chiamato per andare al Botteghelle:Era sicuro che sarei rimasto al Villa.

 

Cosa ne pensi del mercato delle altre,dove può arrivare la tua squadra?

 

Abbiamo una bella squadra completa sotto ogni punto di vista.Villa con le conferme dell’anno scorso e gli innesti di Cerami e Canale è davvero forte poi per quello che ho potuto capire anche Cosenza sta facendo una bella squadra.Attenzione all’Olympic che prenderà Nino Crucitti e qualche innesto super considerati i metodi persuasivi del General Manager Domenico Catalano.Poi ci sono squadre come Virtus,Lamezia e Jbl,squadre ostiche da affrontare per tutti.

Consentimi di fare un in bocca al lupo a Peppe Cotroneo(Bombetta),mio ex compagno al Villa che inizia la sua carriera come Allenatore alla Scuola di Basket Viola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons