Parte l’Europeo Ymca in Svezia

 

 

L’Ymca vola in Svezia con due giocatori reggini.Si prospetta un’esperienza stimolante,dico bene?

Assolutamente.Dopo l’esperienza dell’anno scorso a siderno avevo chiesto a Carlo Sgarlato che se ci fosse stata la possibilità di giocare anche quest’anno avrei dato la mia disponibilità con piacere.
Sono entusiasta perchè mi confronterò con atleti stranieried allo stesso tempo vedrò dei posti nuovi e si sa che viaggiare è la cosa più bella ; è un esperienza da non lasciarsi scappare: tra l’altro ho saputo che ci sarà al mio fianco il mio grande compagno dei tornei estivi giocati e vinti qualche anno fa sia a Siderno che a Reggio(GiovanniCantucci);
Sono sicuro che sarà di grande aiuto per me ed i miei compagni perchè ha tanta esperienza;
ovviamente cercherò di dare il massimo in campo come sempre per onorare il nostro paese.

Hai disputato una gara all’Europeo della passata stagione.Che aria si respirava a Siderno?

Ricordo che c’erano sia la maschile che la femminile:C’era un’aria di festa ma allo stesso eravamo tutti carichi prima di iniziare le partite. Devo dire che non ho vissuto in pieno il torneo ma ci tenevo a partecipare e sono riuscito alla fine ad organizzarmi con i miei impegni lavorativi.
Facendo avanti e indietro da Reggio a Siderno per 2-3 giorni; Valeva proprio la pena di fare questo sacrificio. Ho giocato contro Finlandia, Svezia e Germania; Purtroppo siamo arrivati ultimi ma abbiamo rischiato di vincere contro la Germania all’ultimo secondo.
In ogni caso è stata una bella esperienza ed è proprio per questo che la voglio rifare;

 

Cosa si dice delle vostre avversarie?

Sinceramente non mi sono informato di chi ci sarà:ho sentito dire che incontreremo americani
ed anche gente di serie A,una cosa è sicura, io e la mia squadra cercheremo di dare sempre il massimo
senza dimenticare che l’importante è divertirci dentro e fuori dal campo.

 

Basket Rosarno:annata difficile,squadra giovane e tanti infortuni con un colpo di scena finale.Come hai vissuto la tua annata?

Il mese scorso ho terminato la mia sesta stagione a Rosarno e sono fiero di aver giocato qui in questa anni. E’stato il primo anno a Rosarno di C regionale, tutti gli altri li ho sempre giocati in Dnc.
E’ stata un’annata strana dove ci siamo trovati spesso con fastidiosi infortuni; è toccato un pò a tutti fare terapia nell’arco dell’ anno ma c’è stata una parte di campionato dove eravamo tutti al top ed
essendo giovani abbiamo iniziato a difendere forte e correre in contropiede, abbiamo dato fastidio a tante squadre
in casa come la Nertos Cosenza,Bim bum e Botteghelle; siamo riusciti a toglierci qualche soddisfazione come la vittoria su Villa.
Sul finale di campionato è toccato a me rimanere ai box e la nota dolente è che siamo retrocessi ma sicuramente non per demeriti sportivi.
Ricordo che la partita decisiva non l’abbiamo giocata(Assenza del Medico ndr). Tutto sommato sono contento per i miei compagni di squadra che sono migliorati davvero tanto lavorando allenamento dopo allenamento sotto la guida di Coach Barilla ed il preratore atletico Domenico Pronestì sempre presenti.
Ringrazio come sempre il Presidente Rizzo e la dirigenza che cercano sempre di dare il meglio per questa società.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons