Partita emozionante,la Viola c’è!

nella partita probabilmente piu’ delicata di questo finale di stagione contro la Due Esse Martina Franca. E l’ha fatta “franca” la Viola che ha strappato coi denti i due punti che la mantengono al primo posto in classifica al termine di un match molto equilibrato e con ritmi ed atmosfera da playoff.

 

Non si poteva sbagliare e non ha sbagliato la Liomatic, che dopo un calo atletico fisiologico nel mese di Marzo, ha dato ieri ampi segni di ripresa difendendo forte per 40 minuti; qualche defaillance di troppo in fase offensiva non è mancata ma nella sfida tra le due difese piu’ forti del campionato hanno avuto la meglio gli uomini di coach Fantozzi, molto felice alla fine in conferenza stampa di aver ritrovato la “vera” Viola.

Non era una partita facile e l’equilibrio è regnato sovrano fino alla sirena finale. Partenza sprint della Viola con Zampogna, Lorenzetti e Dalfini ed è 7-3 al 4′. I martinesi non stanno a guardare e trovano buone soluzioni dall’arco con Desiato, Raskovic e Bazzoli, la cui tripla chiude il primo quarto sul 15-14.

Ad inizio secondo quarto la Viola prova a scappare con un parziale di 9-0 firmato da Ruggeri (che dedica la tripla alla moglie in parterre) e Grasso, autore di sei punti consecutivi ed incontenibile in fase offensiva: al 14′ è 28-16 per la Liomatic. Sul massimo vantaggio i neroarancio vivono, però, due minuti di black-out totale in attacco con tre palle perse consecutive che scatenano Magnani, il quale firma un break di 0-10, chiuso da un canestro dell’ex Marcelo Dip: al 16′ il punteggio è, dunque, 28-26. La Viola ha un sussulto nel finale di secondo quarto ed è ancora Grasso a spezzare il momento negativo; sono poi quattro punti di De Gregori a consentire alla Viola di andare negli spogliatoi sul +7 (34-27).

Nel terzo quarto la Liomatic prova nuovamente l’allungo, con Lorenzetti e De Gregori sugli scudi, ma la Due Esse rimane ancorata al match con due triple di Raskovic e Serino (40-38 al 24′). Al 26′ i pugliesi mettono anche la testa avanti con Fazio, Magnani e Desiato: un break di 0-6 e Martina si porta sopra di quattro (42-46 al 28′). E’ Stefano Zampogna ad inventare un gran canestro dall’angolo e le successive due palle recuperate in difesa innescano due micidiali contropiedi con cui Ricci e Dalfini riportano la Liomatic in vantaggio (48-46 al 29′). Una tripla di Serino ed un canestro di Dalfini chiudono un terzo quarto equilibratissimo sul 50-49.

Ultimo quarto di grandissima intensità ma la Viola c’è. E’ ancora Seby Grasso a trascinare i suoi con  tre punti realizzati di forza (53-49 al 31′) ma Serino porta poi i martinesi sul -2 (53-51). Al 33′, col senno di poi, considerato il risultato finale, probabilmente l’episodio che piu’ di ogni altro deciderà il match: la Viola sbaglia in attacco, Martina va a rimbalzo con Dip ma Stefano Zampogna lotta e gli strappa con forza la palla dalle mani offrendola poi a De Gregori che in penetrazione va a depositare il +4 Liomatic (55-51 al 33′).  Dip risponde con un’azione da tre punti (55-54); è una battaglia di nervi e la Viola non molla con Lorenzetti e De Gregori autentici trascinatori. Martina non molla mai e con Desiato sfrutta ogni errore e si porta sul -1 (58-57 al 38′). L’ex Marcelo Dip è l’ultimo a mollare ma il match, dopo un finale da film horror, complici alcune decisioni “folli” della coppia arbitrale romana dall’una e dall’altra parte, si decide dalla lunetta: Zampogna e Lorenzetti mettono dentro i punti decisivi portando a casa una vittoria meritatissima.

Due punti d’oro, dunque, in quello che era un autentico scontro diretto consentono alla Viola di restare in vetta in coabitazione con Capo d’Orlando; dopo il meritato riposo, da martedì si inizierà a pensare alla prossima trasferta che vedrà i neroarancio impegnati nel “derby di Calabria” contro la Nautica Alcaro Catanzaro, sconfitta ieri a Ragusa e dunque sicuramente vogliosa di riscattarsi subito tra le mura del PalaPulerà. Un match importante per entrambe le squadre e la Liomatic non dovrà commettere passi falsi per non compromettere la possibilità di terminare la regular season al primo posto solitario.

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

Foto di Fortunato Serranò  per Reggioacanestro

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – DUE ESSE MARTINA FRANCA   61-59

 

 

VIOLA: Padova 2, Zampogna 12, Dalfini 6, Ruggeri 5, De Marco ne, Lorenzetti 9, Grasso 11, Ricci 7, Mobilia, De Gregori 9. Coach: Fantozzi

 

MARTINA: Santoro 1, Magnani 13, Fazio 8, Serino 8, Bazzoli 3, Raskovic 6, Desiato 7, Lasorte ne, Simeoni, Dip 13. Coach: Meneguzzo

 

ARBITRI: Stefano Barilani di Roma – Federico Ciccodicola di Roma

 

PARZIALI: 15-14; 34-27; 50-49

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons