Paternoster fa miracoli

 

 

I miracoli nel basket? Probabilmente esistono.

Quello che bisogna fare, probabilmente è crederci sempre e lavorare sodo credendo in quello che si fa, che sia al Minibasket, al Campetto o in Serie A.

Vi raccontiamo la storia di Antonio Paternoster, allenatore della Basilicata che in tanti ricorderanno positivamente per una bellissima esperienza a Reggio Calabria in Dnc all’Audax Basket.

Il Coach, secondo molti dei suoi atleti è stato uno dei pochi in grado di portare un suo metodo di allenamento e crederci sempre, fino in fondo contro tutti e contro tutto.

Contro le normative pessime che ne impedirono il volo verso i piani alti del basket ai tempi del Molfetta(in quel team giocava anche il reggino Rugolo) dove la soglia salvezza arrivava quasi a metà ranking per attuare una delle pessime scelte federali degli ultimi anni.

Lo ricorderà molto bene la dirigenza della Viola, più volte vicina all’accordo con il buon Antonio.

Oggi, con un roster giovane e risicato che aveva già ben impressionato nel precampionato proprio contro i nero-arancio, Paternoster si supera portando al settimo cielo l’Agropoli giunto contro qualsiasi pronostico della vigilia in semifinale PlayOff della Dnb.

Nomi in squadra? Probabilmente solo Serino.

Giovani con voglia di emergere? Tantissimi e sicuramente non di prima fascia da finali nazionali di categoria.

La formula è sempre la stessa: lavoro e passione, complimenti Coach.

Vi consigliamo la visione del Video del Basket Agropoli con l’intervista di Antonio Paternoster del giornalista Massimo Caruccio

{iframe} http://www.youtube.com/embed/q_9CaRD6Ir4″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons