Pescara insacca quattro triple sul finale,stop per la Sfy

Non era assolutamente facile battere un avversario di spessore come Pescara.

Catanzaro cede il passo alla maestria ed all’esperienza degli abruzzesi trascinati dal grande Stefano Rajola,ex giocatore della Viola Reggio Calabria,esempio di professionalità e dedizione al lavoro.

Gli applausi di inizio gara sono tutti per il Direttore Sportivo del Pescara,Antonello Giordano tiratore micidiale rimasto nel cuore degli sportivi del basket,anche a Catanzaro dopo una bella stagione in Serie B.

Pescara parte molto bene(9-2) ma Catanzaro,con grinta piazza un contro break da urlo.

I giallo-rossi prendono in mano la gara andando al riposo con un sostanzioso più nove.

Al rientro dagli spogliatoi,però,Pescara è più lucida e meno confusa:Rajola prende per mano i suoi,segnando ed innescando le incursioni dell’ottimo Pepe.

Catanzaro risponde colpo su colpo chiudendo il terzo quarto avanti di uno con un libero di Morici.

Nel quarto periodo,le doppie triple a testa di Di Donato e Polonara firmano il break decisivo.Catanzaro entra in confusione,affretta troppi tiri e non riesce a colmare il gap.

Sfy Catanzaro-Amatori Pescara 62-71

Catanzaro:Carpanzano 3,Battaglia 10,Scuderi 8,Sereni 8,Fall 16,Fratto ne,Naso 9,Ippolito 5,Zofrea ne,Morici 3.All Tunno Ass Ceroni

Pescara:Pepe 14,Rajola 20,De Martino 9,Di Donato 10,Polonara 17,Di Carmine 1,Di Fonzo,Timperi,Bini,Di Marco.All Salvemini

Arbitri Bernassola di Palestrina e Marziali di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons