Pescara pareggia i conti al Palapulerà

Non basta una cornice di pubblico calorosa e gratificante alla Sfy Catanzaro per chiudere la seria del quarto di finale dei PlayOff di Serie B contro una rediviva Amatori Pescara.

I rossi di Coach Salvemini si dimostrano concreti come in gara uno di regular season e sfoderano una gara tosta e mai arrendevole.

Catanzaro paga tanta emozione,probabilmente troppa pressione, troppi sbagli da sotto ed un finale sfortunato.

La gara, come ribadito nell’intervista post-gara dall’allenatore dei rossi di Pescara Salvemini, è stata uno spot unico all’interno di un basket malato: giovani in campo, pubblico da sogno e tanta intensità.

I due compagni di squadra ai tempi della Pallacanestro Catanzaro, adesso dirigenti delle rispettive compagini, Andrea Cattani da un lato ed Antonello Giordano dall’altro possono andare fieri dei due roster in scena.

La partenza dei locali è quella giusta proprio grazie alla carica di un Palapulerà tutto esaurito.

CapitanScuderi e soci hanno gran voglia di fare il bis dopo la dominante prestazione di domenica scorsa: proprio il capitano giallo-rosso chiama a raccolta il pubblico dopo due triple devastanti che fanno allontanare Catanzaro già dal primo periodo(16-7).

I meccanismi della Sfy, però, s’inceppano clamorosamente:Pescara impatta con Pepe e De Martino dopo un time-out catechizzante ed iniziano a giocare con concretezza.

Il black out giallo-rosso offensivo diventa preoccupante minuto dopo minuto con tantissimi errori al tiro: anche scelte condivisibili si trasformano in errori che indeboliscono l’andamento dei calabresi.

Coach Tunno deve fare anche i conti con le condizioni di Davide Naso(acciaccato ad una caviglia) che stringe i denti dando il massimo.

Polonara, Mvp della sfida,inizia ad insaccare triple devastanti.

Tanti fischi risultano dubbi ed interrogativi: i giallo-rossi pagano, tra le altre cose, una situazione falli del settore lunghi realmente pesante con Yande Fall che non gioca, senza dubbio, la sua miglior partita dell’anno(tutt’altro)..

All’uscita dagli spogliatoi, la Sfy è trasformata: Ippolito e Sereni insaccano canestri importanti che firmano un break di 11-0 che galvanizza in maniera esponenziale il quintetto locale.

La gara entra sui binari del perfetto equilibrio con Polonara ancora sugli scudi per gli ospiti.

Sul finale,una tripla di Scuderi illude Catanzaro: Pepe pareggia immediatamente.

Di Donato ed il giovane Timperi(si parlerà di lui) si dimostrano glaciali dalla lunetta: Catanzaro sbaglia l’ultima giocata sotto di tre punti e cede il passo inaspettatamente.

Servirà grinta e carattere per replicare il successo di gara uno: domenica è già spareggio per conquistare la semifinale PlayOff al meglio delle cinque sfide contro Agropoli.

 

 

 

Sfy Planet Catanzaro-Amatori Pescara 67-70

(16-20,34-43-51-53)

Sfy:Carpanzano 8,Scuderi And (k) 17,Sereni 11,Morici 2,Fall 8,Battaglia 9,Naso 7,Ippolito 5,Zofrea ne,Scuderi Al. Ne.All Fabrizio Tunno Ass Antonio Ceroni

Amatori Pescara:Pepe 11,Rajola 4,Di Fonzo 5,Di Donato 24,Polonara 20,Di Carmine,De Martino 3,Timperi 3,Bini ne,Di Marco ne.All Giorgio Salvemini.

Arbitri Pansecchi e De Biase

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons