Planet ad un passo dalla finale

 

 

CATANZARO: L’Assitur Planet Catanzaro fa propria gara 1 delle semi-finali play-off contro il Basket Mazara ed ipoteca l’accesso alla finalissima promozione. Un successo ottenuto alla fine di una gara tirata in cui Mazara, pur a referto con soli nove uomini, è scesa in campo con l’obiettivo di non rendere la vita facile ai padroni di casa. Risuonano ancora le parole di capitan Cattani nell’intervista pre-partita nella quale il n.14 giallo-rosso aveva previsto un match con valori in campo equipollenti. Alla fine dei 40 minuti regolamentari, numeri alla mano, Catanzaro e Mazara hanno realizzato gli stessi tiri dal perimetro (5/21 per la Planet, 5/23 per Mazara) e tiri liberi (17/26 per i padroni di casa, 17/22 per gli ospiti) con una minima differenza nel tiro da 2 pt (21/47 per Catanzaro, 19/44 per Mazara) e più marcata a rimbalzo (45 a 34 a favore dei giallo-rossi), differenze queste rivelatesi determinanti ai fini del risultato finale (74-70). La Planet ha condotto quasi sempre il match impostando la serata sulle giocate positive di Fall (22), Scuderi (20) e Carpanzano (11) anche se il vantaggio degli uomini di coach Tunno si è assestato quasi sempre al di sotto della doppia cifra. Grazie all’esperienza dei propri uomini di punta Degregori (18), Naso (17) e Gullo (14), Mazara è infatti riuscita a fronteggiare abbastanza egregiamente l’avversario trovandosi in seria difficoltà solamente a metà dell’ultimo quarto quando la Planet, grazie alla tripla di Carpanzano, ha toccato il massimo vantaggio della serata sul +13 (65-52). La pronta reazione degli uomini di coach Bonanno ha portato però i siciliani a recuperare il gap accusato arrivando ad insidiare pericolosamente l’Assitur. Subendo un parziale di 4-16, chiuso alla vigilia dell’ultimo giro di orologio, i giallo-rossi si sono ritrovati a dover difendere un vantaggio ridotto al minimo (69-68 a 50”). Nei secondi finali, la vittoria della Planet passa attraverso le incursioni dei propri giocatori fermati fallosamente dagli avversari e dalla loro precisione in lunetta. Di contro, Mazara paga invece la propria impazienza e gli errori dalla distanza. I siciliani non costruiscono sotto canestro ma forzano il tutto per tutto dal perimetro dove però fanno registrare uno 0/3 che non influisce sulle sorti del match. Nell’ultimo minuto l’Assitur non segna più dal campo ma i tiri liberi realizzati da Fall, Scuderi e Cattani regalano a Catanzaro il successo (74-70) complici gli errori a ripetizione degli ospiti.I giallo-rossi conquistano il primo punto della serie.

Solo qualche ora per smaltire la fatica nelle gambe e l’ebbrezza della vittoria e di nuovo massima concentrazione per sfruttare in pieno il primo match point di semi-finale mercoledì 14 alle ore 20:00 sul campo del Mazara.

Bisognerà valutare l’entità dell’infortunio ad un dito subito dal taletuoso esterno giallo-rosso Simone Ippolito.

Pronostico rispettato anche nell’altra semi-finale play-off nella quale la Nuova Aquila Monreale ha sconfitto il Basket Acireale con il risultato di 78-62.

ASSITUR PLANET CATANZARO – BASKET MAZARA 74-70

(20-14; 35-33, 56-52)

CATANZARO: Carpanzano 11, Scuderi 20, Sereni 7, Mercurio 3, Fall 22, Rotundo ne, Vitelli 6, Calabretta ne, Cattani 5, Ippolito. Coach: Tunno

MAZARA: Degregori 18, Bruno 6, Gullo 14, Di Gioia 2, Naso 17, Marengo 7, Lumia, Marrone, Salvadori 6. Coach: Bonanno

ARBITRI: Pierluigi Marzo e Gianfranco Rizzi

 

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons