PLANET CICLONE: SUPER VITTORIA

di Maria Taverniti – Giallo-rossi alla grande al Palapulerà, Scauri non può nulla

CATANZARO – “La linea sottile fra dormire e sognare”: citazione presa in prestito dal repertorio musicale italiano e cucita ad hoc addosso ad una Mastria Vending Catanzaro che ha atteso, vigile e paziente, il momento più opportuno per imprimere il proprio passo nella terra di mezzo della classifica del campionato di serie B/girone D. Quinta vittoria nelle ultime sei gare disputate per la lanciatissima formazione allenata da coach Tunno che, grazie alla vittoria nello scontro diretto contro il Basket Scauri, fa suo il duplice obiettivo di lasciare al palo proprio la squadra di coach Sabatino e la Tiber Roma, entrambe ferme a quota 22 punti e con una differenza canestri sfavorevole nei confronti dei giallorossi, e varcare quella sottile linea verde che le regala, a sei giornate dal termine della regular season, l’ultimo posto in griglia play-off a quota 24.

E non hanno dormito affatto i giovanotti di coach Tunno chiamati a cimentarsi in una sfida che avrebbe potuto far saltare i nervi ad atleti molto più navigati. Scontro diretto, obiettivi stagionali, tutta la pressione di un ambiente che pretende risultati: argomenti validi per un match che farà discutere ma che ora devono, giocoforza, lasciare spazio ad altro. Ci sarà tempo per snocciolare numeri e statistiche che, nel mondo social di oggi, sono da considerare già superate al fischio finale dell’arbitro. Ciò che resta, ciò che deve restare è, invece, la lettura della gara. Abbiamo scritto “giovanotti” e mai come domenica sera termine fu più appropriato. Sfruttando il filone dell’est, ecco in panchina arrivare il classe 2002 Jovan Miljanic che bagna il proprio esordio in serie B con i primi tre punti stagionali. Accanto all’esordiente, ecco invece brillare nella sua serata migliore Daniele Dell’Uomo, classe 1998, che stupisce il Pala Pulerà con una prestazione da lode insidiando, con i 18 punti personali, il primato del “veterano” Battaglia (19). E potrà anche non essere obiettivo sottolineare la prestazione dei singoli in un gioco corale, ma nello sport bisogna pur sempre trovare lo spunto per continuare a sognare.

E la Planet continua a sognare a suon di risultati. Una posta in palio, pesante per entrambe le contendenti, ha impedito grossi colpi di scena, almeno per la prima parte del match. I padroni di casa sono stati bravi a sfruttare il fattore campo conducendo i giochi fin dalla palla a due ma, ad ogni tentativo di fuga dei giallorossi, è arrivata puntuale la risposta della formazione laziale che ha trovato in Giammò (20) e Provenzani (23) i migliori terminali offensivi (51-47 al 20’). L’affondo decisivo nel terzo periodo quando la Mastria ha praticamente chiuso i giochi refertando un parziale di 23-11, precludendo così agli avversari ogni possibilità di controbattere e celebrando la serata decisamente on fire di un Pichi che ha chiuso con un 5/6 da 3 punti. Accusato il colpo, Scauri non è stata in grado di prendere le contromisure ai calabresi che, sul finire dell’ultima frazione, hanno siglato il massimo vantaggio della serata proprio con il giovanissimo Miljanic (+24, 99-75); al capitano Calabretta invece è toccato l’onore di abbattere il muro dei 100 siglando il canestro finale del 101-77.

Dopo due vittorie consecutive, il Basket Scauri segna il passo contro una Planet apparsa realmente in grande spolvero. La classifica regala il momentaneo vantaggio ai calabresi, un vantaggio che la formazione di coach Tunno dovrà ora strenuamente difendere nei prossimi, ultimi sei turni di regular season.

Questo il quadro completo della 24^ giornata del campionato di serie B/girone D: Tiber Basket Roma – Luiss Roma 76-94, BPC Virtus Cassino – Treofan Battipaglia 74-63, Basket Barcellona – Al Discount Dynamic Venafro 82-60, Playa Hotel Patti – Virtus Arechi Salerno 62-94, Il Globo Isernia – Irritec Costa d’Orlando 82-102, Citysightseeing Palestrina – Fotodinamico Cagliari 94-82, Virtus Valmontone – Stella Azzurra Roma 76-86.

MASTRIA VENDING CATANZARO – BASKET SCAURI

(26-19, 51-47, 74-58)

CATANZARO: Morici 8, Biordi 17, Calabretta 8, Pichi 17, Di Dio 9, Dell’Uomo 18, Miljanic 3, Battaglia 19, Dolce, Markovic 2, Procopio. Coach: Tunno

SCAURI: Manzo 5, Serino 11, Longobardi 9, Giammò 20, Varga, Provenzani 23, Casoni, Marzullo, Richotti 6, Zolezzi 3. Coach: Sabatino

ARBITRI: Donato Davide Nonna di Casamassima (BA) e Cosimo Schena di Castellana Grotte (BA)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Show Buttons
Hide Buttons