Planet,ad un soffio dall’impresa

 

 

CATANZARO – Seconda sconfitta stagionale per una ridotta Assitur Planet Catanzaro. Nel big match della 13^ giornata di campionato, i giallo-rossi sfiorano l’impresa sul campo della Nuova Aquila Monreale. Al Pala Uditore di Palermo finisce 76-72 ma i calabresi hanno condotto per larghi tratti della gara.

Era il match clou di questa primo turno del 2014. Di fronte le due indiscusse regine della DNC – girone G. Il testa a testa della vigilia fra Monreale e Catanzaro è stato così risolto dal return match dello scontro diretto vinto dai siciliani contro una Planet orfana del proprio capitano Andrea Cattani. Nonostante le rotazioni ridotte (in pratica i giallo-rossi hanno giocato in sei), l’Assitur è riuscita a condurre la gara per larghi tratti grazie anche ad una partenza sprint con cui Scuderi (ancora lui miglior realizzatore della serata assieme a Fall con 22 punti) e soci sono arrivati nei primi 7’ a toccare le 12 lunghezze di vantaggio (8-20) lasciando agli avversari ben poche iniziative. Monreale si è trovata così costretta ad inseguire sfruttando la particolare serata del proprio leader Gottini, autore di ben 37 punti sui 76 finali di squadra. E’ proprio con una tripla del n. 9 che si realizza l’aggancio ed il sorpasso dei padroni di casa quando il tabellone segna il 17’ con il punteggio di 40-39. Dopo qualche minuto di sostanziale parità, la Planet segna un nuovo mini allungo al 24’ con Mercurio che insacca la tripla che vale il +6 ospite (47-53). Gottini e Dragna da una parte, Sereni e Fall dall’altra portano le squadre al 30’ in perfetta parità (59-59). Monreale non molla, idem Catanzaro che però sembra accusare qualche segnale di stanchezza a metà ultimo quarto quando gli uomini di coach Torriero si portano nuovamente sul +5 (64-59) a 6’ dal fischio finale. L’ennesimo vantaggio dei giallo-rossi si materializza al 37’ con Fall che segna il canestro del 67-67, subisce fallo da Dragna e realizza il successivo tiro libero (67-68). Vantaggio successivamente incrementato da Carpanzano e dal suo 2/2 dalla lunetta (67-70). Monreale riesce ad annullare gli sforzi ospiti, Cuccia e Gottini segnano un 4-0 con cui si riportano avanti (71-70) ad un solo minuto dalla fine. L’ultima segnatura dei giallo-rossi passa dalle mani di Scuderi (71-72) a cui controbatte Cuccia (73-72). Ad una manciata di secondi dalla fine e sotto di una lunghezza, coach Tunno chiede il time-out. Al rientro però saranno i falli commessi da Mercurio e Rotundo su Gottini a portare quest’ultimo in lunetta dove realizzerà gli ultimi 3 punti della propria serata fissando il risultato finale sul 76-72.

Decisivo per i padroni di casa il significativo apporto di Gottini (37), con lui in doppia anche Cuccia (13) e Dragna (11). La Planet ha invece sofferto le rotazioni limitate giocando praticamente con sei uomini. Il totale del bottino dei giallo-rossi è stato messo a segno dagli uomini dello starting five con Scuderi (22), Fall (22), Carpanzano (13) e Sereni (12) in doppia cifra. Monreale poi si è dimostrata più incisiva dall’arco dei 6.75 da dove ha realizzato un buon 11/26 (anche qui un super Gottini con un personale 7/11) contro un 4/18 dell’Assitur.

Il seppur risicato successo della Nuova Aquila permette ai siciliani di attestarsi da soli in vetta alla classifica anche se l’Assitur conserva, in caso di parità punti, una differenza canestri favorevole negli scontri diretti.

Questi gli altri risultati della 4^ giornata di ritorno: Basket Acireale – Green Basket Palermo 88-70, Basket Mazara – Città di Cosenza Cosenza 80-64 e Basket Gela – Moncada Porto Empedocle 75-87; il posticipo si giocherà questa sera alle 18:30 al Botteghelle di Reggio Calabria fra Vis (prossimo avversario dei giallo-rossi) e Nuova Pall. Marsala.

NUOVA AQUILA MONREALE – ASSITUR PLANET CATANZARO 76-72

(19-27, 44-43, 59-59)

MONREALE: Cozzoli 7, Gottini 37, Andrè 4, Cuccia 13, Tagliabue 4, Tuppiti, Ranalli, D. Tagliareni, V. Tagliareni ne, Dragna 11. Coach: Torriero

CATANZARO: Carpanzano 13, Scuderi 22, Sereni 12, Mercurio 3, Fall 22, Rotundo, Calabretta ne, Palazzo ne, Cossari ne. Coach: Tunno

ARBITRI: Angelo Mucella De Gaetano di San Filippo del Mela e Francesco Praticò di Reggio Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons