Planet,successo corsaro

 

 

CATANZARO – La Planet centra il tris. La squadra di coach Tunno trova la terza vittoria nell’arco di otto giorni e continua la propria corsa in vetta alla classifica. Il successo sul campo di Acireale, sofferto e meritato, è arrivato praticamente allo scadere dei 40 minuti regolamentari con una palla passata dalle mani del capitano Andrea Cattani ed infilata precisa dall’arco dei 6.75 a sbloccare una situazione di equilibrio che vedeva le due squadre viaggiare sul 73-73 ad una manciata di secondi dalla fine.

Finale degno delle migliori partite per un match in cui le due formazioni non hanno certo lesinato impegno e caparbietà. I giallo-rossi sono stati quasi sempre avanti, ma gli uomini di coach Russo hanno saputo trovare le soluzioni migliori per non far scappare gli avversari e rimanere sempre in scia. Miglior realizzatore dei padroni di casa Moretti a referto con 24 punti, per l’Assitur invece ancora Fall che ha chiuso la propria personale gara con un bottino di 21 punti.

Un primo momentaneo vantaggio a firma Planet si registra in avvio di partita quando Catanzaro, grazie alle triple di Carpanzano e Cattani, si porta subito sul 2-10. Poi però un black-out permette ai granata, trascinati dai canestri di Moretti, A. Marzo e P. Marzo di ricucire interamente lo strappo ed impattare al 6’ sul 10-10 e successivo vantaggio del 17-14 ad 1’ dalla fine. Carpanzano dalla lunetta e l’ultimo canestro di Scuderi chiudono il primo quarto con un limatissimo vantaggio (17-18).

Dopo continui botta e risposta lungo tutto il corso del match, il secondo significativo allungo della Planet a metà del terzo tempo quando 8 punti consecutivi di Fall regalano ai calabresi il massimo vantaggio della partita (41-51). Acireale non demorde e con Moretti, Lofaro e Russo riaggancia gli avversari sul 51-51 al 28’. Nuovo +4 Planet in dirittura di arrivo prontamente annullato da una tripla di Moretti che al suono della sirena accorcia lo stacco sul 58-59.

L’ultimo quarto è vibrante. Il risultato cambia praticamente ad ogni possesso palla. L’equilibrio è precario e la gara può essere decisa in qualsiasi momento dalle invenzioni personali dei protagonisti. A 39” dalla fine Fall segna il canestro del 73-73, subisce fallo da Santonocito ma sbaglia il successivo tiro libero. A questo punto la risoluzione della gara passa dalle mani del capitano giallo-rosso servito sul perimetro da Scuderi, la palla insacca precisa la retina per il 73-76. Dall’altra parte A. Marzo tenta la medesima soluzione ma con esito opposto. Nell’ultima azione Santonocito commette fallo sempre su Cattani e il n. 14 della Planet dalla lunetta non sbaglia l’ultimo 2/2 che vale il 73-78 di fine gara.

Nel dopo partita, il commento che sintetizza l’ennesima prestazione della Planet è affidato da Andrea Scuderi ai social network “Grande vittoria. Non mi sembrava vero di poter dare la palla ad Andrea Cattani solo sulla linea da 3 punti. Non ho neanche guardato il tiro. Sono tornato in difesa festeggiando”.

Vittoria che permette all’Assitur di non perdere contatto dalla vetta che continua a condividere con la Nuova Aquila Monreale (20). Dopo l’11^ giornata, le due formazioni hanno staccato notevolmente tutte le altre inseguitrici prospettando un duello finale che appare sempre più “affare privato”.

Al Basket Acireale rimane il ruolo di diretta inseguitrice, raggiunta ieri dalla Pall. Marsala, anche se ora i punti di stacco dalle prime della classe sono diventati 6 e gli uomini di coach Russo saranno chiamati fra sette giorni ad affrontare l’altra testa di serie, la Nuova Aquila Monreale.

Questo il quadro completo della 2^ giornata del girone di ritorno: Basket Gela – Nuova Aquila Monreale 66-87, Basket Mazara – Green Basket Palermo 78-53, Nuova Pall. Marsala – Città di Cosenza 82-78, Vis Reggio Calabria – Basket Empedocle 59-69.

BASKET ACIREALE – ASSITUR PLANET CATANZARO 73-78

(17-18, 31-34, 58-59)

ACIREALE: P. Marzo 14, Moretti 24, Lofaro 11, Russo 8, A. Marzo 6, Arena ne, Arcidiacono, Santonocito, Elia ne, Persano 10. Coach: Russo

CATANZARO: Carpanzano 12, Scuderi 14, Sereni 14, Cattani 10, Fall 21, Mercurio 7, Rotundo ne, Calabretta ne, Cossari ne, Fratto ne. Coach: Tunno

ARBITRI: Antonio Giuseppe Giordano di Gela (CL) e Gianpaolo Ferraro di Ragusa

 

Maria Rosa Taverniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons