Prima sconfitta esterna per la Viola

I locali si allontaneranno progressivamente nel punteggio tenendo a bada la voglia di ripresa di una Viola stanca. Ricordiamo che i nero-arancio hanno dovuto fare a meno nuovamente dell’estro di Gionata Zampolli,la guardia titolare del Coach Bolignano:l’allenatore reggino spedisce in quintetto Francesco Quaglia al posto di Ammannato con Fontecchio in ala grande,Caprari e Fabi esterni accanto al regista Mariani.

 

Coach Tinti,invece,risponde con i confermati della passata stagione Losi Venturelli,Pignatti e Mancin accanto alla new entry Pilotti.

 

 

Mirandola parte forte con un quintetto collaudatissimo, rendendo la vita molto difficile alla Viola.I modenesi partono subito forte in difesa su Marco Caprari,il giustiziere di Omegna nell’anticipo del Sabato.

La Viola impatta e sorpassa con due triple in sequenza.9-10.

Dopo uno schiaccione di Quaglia(positiva la sua gara) è Mirandola ad andare avanti(21-15).

Marco Ammmannato fa riavvicinare Reggio(21-17).Una tripla di Pilotti firmerà il nuovo mini allungo per gli emiliani ma il match è assolutamente aperto.

 

Nel secondo quarto arriva lo strappo decisivo.

Dalla panchina emiliana coach Tinti ordina maggiore gioco esterno e viene subito accontentato dalle triple di Jordan Losi che porta i padroni di casa avanti di otto (34-25). Il primo break da ancora fiducia a Mirandola anche perché gli esterni reggini stentano a reagire, trovando canestri prevalentemente vicino ai tabelloni. Dopo Losi ci pensa Pilotti a trovare un nuovo allungo per gli emiliani, in due occasioni Mirandola arriva al +13 (48-35), prima di chiudere a metà gara con il punteggio di (51-38) ancora con un tiro dalla distanza, questa volta di Pignatti. Le cifre del secondo quarto mettono in evidenza soprattutto i tre giocatori in doppia cifra degli emiliani, Pilotti (12), Venturelli (10) e Mancin (12).

Dopo l’intervallo la Viola prova a reagire.Buona la prova di Quaglia,Reggio prova a stringere le maglie in  in difesa e trova in Augustin Fabi l’uomo della rimonta.

I nero-arancio arrivano fino al meno cinque ma poi i modenesi ritrovano il filo conduttore nuovamente grazie a Pilotti.

Con controllo e razionalità,Venturelli e soci terranno a bada una Viola stanca.Gli ultimi minuti saranno sempre sotto il controllo del Mirandola che vola ampiamente sopra la doppia cifra vincendo e convincendo.La Viola,aspetta il ritorno di Zampolli già dalla gara di domenica alle ore 12 contro l’ostico Matera del Coach Reggino Benedetto.

I reggini si ritrovano a due punti dal primo e due punti dall’ultimo posto a sinonimo di una classifica incredibilmente corta e di un campionato dove tutto potrà accadere.

 

 

DINAMICA DWB MIRANDOLA- VIOLA REGGIO CALABRIA 89-75

(24-21, 51-38, 70-57)

DINAMICA DWB MIRANDOLA: Venturelli 20, Losi 12, Pignatti 15, Pilotti 19, Mancin 16, Sgobba 0, Mantovani 7, Vorzillo 0, Soliani n.e., Fantinelli n.e.All Tinti

VIOLA REGGIO CALABRIA: Mariani 13, Fabi 22, Caprari 6, Fontecchio 12, Quaglia 17, Ammannato 5. Germani 0, Rappoccio 0, Viglianisi n.e., Scozzaro n.e.All Bolignano Ass Russo

ARBITRI : Saraceni Alessandro, Maschio Duccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons