Prova corale e tanti canestri,Catanzaro si rialza

 

 

CATANZARO – Pronto riscatto per l’Assitur Planet Catanzaro. Dopo la prima sconfitta stagionale di sette giorni or sono in casa del Mazara, ieri sera la squadra di coach Fabrizio Tunno ha ribadito ad alta voce il proprio ruolo di leader del girone contro la malcapitata Moncada Porto Empedocle. Serata da dimenticare per la squadra di coach Fillari, caduta sotto i colpi dei cecchini giallo-rossi fino al risultato finale di 101-53. Porto Empedocle non è apparsa certamente all’altezza degli avversari giallo-rossi, sostenuta dalle sole giocate di Sgrò (18) e Fathallah (18), 36 punti in due sui 53 finali. Per la Planet ottima prova corale. Con Rotundo fuori per problemi alla spalla, la panchina giallo-rossa annoverava ben quattro giovanissimi: Calabretta, Cossari, Fratto e Palazzo. L’Assitur non ci ha messo molto a prendere in mano le redini della gara facendo già registrare un vantaggio in doppia cifra (17-7) dopo soli 8’ di gioco. I siciliani sono riusciti a rimanere in partita solo per il primo quarto chiuso sul punteggio di 22-15. Poi sono emerse tutte le lacune ospiti in fase difensiva, dove Sgrò e soci non sono più riusciti a contenere gli attacchi dei giocatori della Planet, ed in fase offensiva, dove Porto Empedocle si è rivelata estremamente in affanno. Migliori realizzatori dei giallo-rossi ancora una volta Scuderi (24) e Carpanzano (21), estremamente a proprio agio sia dalla media che dalla lunga distanza. Ennesima doppia doppia per Fall che ha chiuso con 14 punti segnati e 12 rimbalzi catturati. Nonostante il vantaggio dei padroni di casa avesse superato i 40 punti già nel terzo quarto (76-35 al 25’ con un 2/2 di Carpanzano dalla lunetta), l’Assitur non ha affatto abbassato la guardia continuando a concedere pochissimo agli avversari (9 punti nel terzo tempo, 10 nell’ultimo). Ma gli applausi più scroscianti sono stati per i giovanissimi mandati in campo da coach Tunno: Fratto, Calabretta (4), Cossari (8) e Palazzo (2). Per loro il trainer giallo-rosso ha avuto a fine gara parole di elogio ed incoraggiamento “questa sera c’è stato spazio anche per quei ragazzi che si allenano sempre in maniera abbastanza intensa ma che non hanno sempre opportunità di scendere in campo. In particolar modo, Calabretta è stato schierato a prescindere dall’ andamento della gara fornendo risposte positive. Dovrà continuare a lavorare e migliorarsi come tutti gli altri ragazzi perché è importante essere pronti quando arriverà il momento di entrare in campo”. Il fischio finale della coppia arbitrale ha mandato le squadre negli spogliatoi con il risultato di 101-53. Sola nota negativa della serata l’infortunio di Corrado Mercurio per valutare il quale si dovranno necessariamente attendere le obbligatorie indagini mediche. “Da questo punto di vista – continua coach Tunno – non è un momento positivo. Dobbiamo aspettare gli esiti degli accertamenti medici a cui saranno sottoposti Mercurio e Rotundo, ma queste sono cose che in un campionato possono capitare. Noi dobbiamo continuare a lavorare ed andare avanti, da qui alla fine della stagione c’è tanto cammino ancora da fare”.

Prima di lasciare la sala stampa naturalmente l’allenatore della Planet non può non esprimere la propria soddisfazione per la gara disputata dalla propria squadra “E’ stata una giornata positiva perché siamo riusciti subito a riscattare la sconfitta di Mazara. Domenica scorsa non siamo mai stati in partita ma oggi l’approccio è stato completamente differente. Fino ad ora Porto Empedocle non aveva mai subito scarti così importanti e questo sta a dimostrare che la mia squadra stasera ha giocato con la giusta intensità e la giusta concentrazione”.

In virtù del risultato maturato domenica sera al Pala Pulerà, l’Assitur Planet rimane saldamente in vetta al ranking a quota 14 punti a pari merito con la Nuova Aquila Monreale (vincente sul campo del Marsala). Resta ancorata invece in fondo alla classifica il Porto Empedocle in compagnia del solo Gela (prossimo avversario dei giallo-rossi) sconfitto in casa del Mazara nello scontro salvezza della penultima giornata del girone di andata.

Questo il quadro completo dell’ottavo turno del girone G: Vis Reggio Calabria – Basket Acireale 64-68 (giocata sabato), Città di Cosenza – Green Basket Palermo 87-71 (giocata sabato), Basket Mazara – Basket Gela 73-49, Nuova Pall. Marsala – Nuova Aquila Monreale 72-90.

ASSITUR PLANET CATANZARO – MONCADA PORTO EMPEDOCLE 101-53

(22-15; 56-34, 80-43)

CATANZARO: Carpanzano 21, Calabretta 4, Scuderi 24, Sereni 16, Cossari 8, Cattani 8, Fratto, Mercurio 4, Palazzo 2, Fall 14. Coach: Tunno

PORTO EMPEDOCLE: Guarnaccia 3, Narbona 5, Sgrò 18, Fiannaca, Gangarossa 2, Zambito 4, Fathallah 18, Roccaro, Rotolo 3. Coach: Fillari

ARBITRI: Luca Pelliccia e Bartolomeo Puzio di Afragola (NA)

Maria Rosa Taverniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons