Questione di stile?

Lo stile o c’è o non te lo puoi dare, scomodiamo Manzoni e lo parafrasiamo per commentare il post Berme’ Viola  –  Scafati.
La partita è finita da qualche minuto, in sala stampa parla il coach di Scafati.
Ti aspetti la solita disamina tecnica di una partita in cui i campani avevano dimostrato molte cose positive.
Invece, sembri in una sala di pronto soccorso: Scafati, in molti suoi uomini, è stato male, dopo avere cenato in   noto albergo di Reggio.
Scafati non ha potuto giocare perché molte ore della notte non ha potuto riposare, costretto ad affrontare le insidie della bathroom e perdendo la comodità della bedroom.
Il fatto ha una sua oggettività, nel senso che può essere successo.
Noi confutiamo tre aspetti:
  • il rapporto causa effetto, se tutti hanno mangiato in quell’albergo reggino, perché solo alcuni sono stati male?
  • quanto si può essere sicuri che l’accaduto non sia stato conseguenza di situazione latente, sin dalla partenza da Scafati?
  • infine, lo stile. Forse meglio sarebbe stato parlare primariamente di tecnica e poi ricordare la maledetta coincidenza.
In fondo Benedetto non ha parlato, per giustificare una partenza difficile, della settimana difficile di Freeman, di Brakins e dell’assenza per quasi tutta la settimana di Spinelli agli allenamenti e che lo stesso ha vomitato qualche istante prima di andare in campo.

Ma lo abbiamo detto: lo stile  quando non lo hai non te lo puoi dare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons