QUI GREEN PALERMO:L’ANALISI DI COACH VERDEROSA

Una finale playoff equilibrata ed entusiasmante, che ha visto nel secondo atto di Messina il suo nuovo culmine agonistico. La vittoria dei padroni di casa della Gold&Gold Messina sui palermitani del Green Basket per 82-80 ha rimesso in parità la serie, portandola alla decisiva Gara3 in programma domenica 8 maggio alle ore 18 al PalaMangano di Palermo.

L’allenatore dei palermitani, Marco Verderosa, commenta così la gara del PalaMili:

«Le differenze dal punto di vista tattico tra Gara1 e Gara2 credo siano state poche. Le due partite sono state preparate quasi alla stessa maniera da noi due coach. Partita equilibrata sin da subito e condizionata per noi, anche stavolta, dai problemi di falli soprattutto per Lombardo. Si è giocata punto a punto sino a fine secondo quarto, poi grazie all’intensità difensiva c’è stato quel break di inizio terzo quarto ed è stato in questo frangente che è arrivata la chiave di svolta della partita. Non tanto per la zona di Messina, attaccata anche bene con tiri che non sono andati a segno, quanto dallo scarso atteggiamento difensivo proprio in risposta a questi tiri sbagliati. Nel momento in cui avremmo dovuto compattarci ancora di più, ci siamo invece disuniti difensivamente».

«A Messina vanno fatti i complimenti per aver messo tutto in campo, in un match che per loro era dentro o fuori – prosegue Verderosa -. Nell’ultimo quarto, al di là delle valutazioni sull’operato degli arbitri che lascio ad altri, abbiamo sofferto alcuni episodi che indubbiamente potevano cambiare il corso del match, come le infrazioni di tre secondi proprio nel finale. Messina è stata brava a rientrare e superarci, bravi noi a riprenderla sulla rimessa con cui abbiamo pareggiato a quota 80, ma poi siamo stati ingenui a non far fallo prima per interrompere l’azione di Messina, quando potevamo ancora spendere dei falli in situazione di gioco innocua».

«Nella gestione della gara sicuramente non possiamo essere contenti. Oltre al parziale che ci ha permesso di andare sul +17, abbiamo avuto anche un altro momento nell’ultimo quarto, in cui ci siamo ritrovati sul +6, e abbiamo gestito male i possessi. C’è rabbia e delusione per come è andata mercoledì sera – conclude -, ma anche consapevolezza che domenica ci presenteremo all’appuntamento decisivo con il piglio di chi vuole vincere questo campionato. Si giocherà in casa nostra e davanti a un pubblico che, sono certo, verrà ad aiutarci per raggiungere l’obiettivo tutti insieme».

La decisiva Gara3 che assegnerà titolo e promozione in Serie B si giocherà domenica 8 maggio 2022, alle ore 18, al PalaMangano di Palermo con ingresso gratuito.

Show Buttons
Hide Buttons