RAC: DIETRO LE QUINTE

Il Direttore di Rac, Giovanni Mafrici è stato intervistato dal sito specializzato “Super Scommesse” sulla storia del nostro giornale on line e l’attuale momento del basket italiano.

Ecco un piccolo estratto

The Last Dance è risultata con ampissimo margine la serie a tema sportivo più popolare d’Italia e del mondo. Quale contributo ha dato secondo lei questa serie al mondo del basket?
Uno spot globale per il basket. Se consideriamo che il format “La casa di carta” ha creato proseliti e maschere di Salvador D’Alì in giro per il mondo, mi aspetto che, da queste ore in poi i playground di tutto il mondo possano essere stracolmi di atleti o aspiranti tali con la maglia numero ventitrè addosso.
Non vedo l’ora che possano finalmente esser prodotti medesimi contenuti riguardanti Magic Johnson e Kobe Bryant.
Una piccola chicca: David Vaughn, atleta marginale di quel gruppo allenato da Phil Jackson e successivamente scambiato da quei Bulls nella stagione ’97-’98 giocò successivamente, pur sempre “comparsando” alla Viola Reggio Calabria, alla faccia dei corsi e ricorsi storici.
Per rimanere sempre in tema “Calabria”, ricordo ai lettori che, nel 2015 è stato prodotto un documentario sulla storia della Viola Reggio Calabria, dal titolo “Viola contro Tutti” trasmesso da Rai Storia e diretto da un’eccellenza calabrese, Enrico Ventrice da Soverato. Il documentario, un “The Last Dance” in chiave nero-arancio è ispirato dal libro di Giusva Branca “Che anni quegli anni”.
Fu per me un onore assoluto farne parte. Un’emozione unica provare a raccontare, attraverso una telecronaca del passato un canestro di Mark Campanaro, ovvero l’Air Jordan di quei tempi per tutti i miei conterranei.

L’intervista completa

https://www.superscommesse.it/notizie/reggio_a_canestro__tutto_il_basket_calabrese_in_un_click-11637.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons