Ranieri International prova convincente

 

 

Ecco il resoconto da Nuovobasketsoverato.it

La Ranieri International, dopo una partita cominciata a rilento e terminata in crescendo, regala al proprio pubblico la prima vittoria casalinga della stagione affermandosi per 79 a 63 contro la neopromossa formazione siciliana. Lo Giacco ed Infelise disputano la solita convincente performance e siglando 11 punti a testa, impressionanti le percentuali da tre punti ottenute dai due atleti: 50% dalla lunga distanza! Cristian Venuto concede il bis mettendo a referto la seconda gara consecutiva da standig ovation: a fine partita il suo tabellino dice: 16 punti e 16 rimbalzi! Mercurio e Guzzo, giocando meno di mezzora a testa, totalizzando 5 punti ciascuno, 5 gli assist del giovane cosentino, 50% dall’arco dei tre punti per il talento catanzarese. Il Capitano Roberto Rizzo ed i giovani Michele Paoletti e Antonio Rotundo giocano pochi ma importanti minuti offrendo, come sempre, il proprio contributo per la vittoria finale. L’onore di essere acclamato dal pubblico del Palascoppa come MVP dell’incontro questa volta va ad Andrea Vani: il centro titolare proveniente da Roma fa buona guardia contro un avversario diretto più alto di lui e si impone come letale terminale offensivo collezionando 30 punti in 34 minuti di gioco! La Ranieri International ha dimostrato ai propri tifosi di essere una squadra più forte del Gravina, che pur avendo trascorso alcuni minuti in testa all’incontro, non ha mai dato la reale impressione di potersi imporre contro la torpedine scaricata dall’arco dai ragazzi di coach Olivadoti : 8/16 da 3 punti è la statistica complessiva della squadra soveratese! Il resto lo hanno fatto i lunghi, i quali non solo sono riusciti ad arginare il temutissimo frontcourt siciliano, ma hanno addirittura dominato il pitturato: 47 punti, 4 assist e 25 rimbalzi dalle posizioni di centro ed ala grande biancoblu. Il pubblico del Palascoppa, ringraziato a fine gara da tutto il team e lo staff, dopo la cocente delusione dell’esordio può quindi cominciare a sperare in un proseguo altrettanto avvincente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons