RAZZISMO:L’NBA SI FERMA PER IL CASO JACOB BLAKE

C’eravamo quasi, a pochi minuti dalla palla contesa di gara cinque tra i Bucks della stella greca Antetokumpo e gli Orlando Magic qualcosa è cambiato.

I giocatori di Milwaukee non sono scesi in campo decidendo di boicottare la partita, come gesto di protesta per il caso Jacob Blake.

Anche i Magic hanno abbandonato il riscaldamento a meno di 4 minuti dalla palla a due.

Quello di Jacob Blake è l’ennesimo caso di violenza della polizia statunitense nei confronti di un afro-americano. 

A due mesi dalla morte di George Floyd a Minneapolis,discussa ed ancora caldissima nelle argomentazioni degli Usa, la scorsa domenica Jacob Blake – uomo afro-americano che a quanto riferito era intervenuto per sedare una rissa ed era disarmato – è stato colpito alle spalle da 7 proiettili da parte di un agente di polizia mentre stava rientrando in auto, dove erano seduti i suoi tre figli. L’episodio è stato ripreso da un video che ha sconvolto tutti negli Stati Uniti, e in particolare i giocatori nella bolla di Disney World. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons