Real Basket Sicilia ha detto si ad Enzo Porchi

che ha visto protagonista l’Olympia Basket e che sta vedendo la corsa PlayOff della Rescifina Messina,formazione allenata dal coach reggino Enzo Porchi.Proprio l’allenatore reggino, è stato eletto allenatore dell’anno.Nel quintetto della difesa troviamo la classe 1994,Juicy Onugha dell’Olympia, nel quintetto Under 21, Ursula Colabello anch’essa dell’Olympia, “traghettata” proprio per questi PlayOff al Messina.

 

Ecco il resoconto.

Il portale siciliano del basket, Real Basket Sicilia, dopo un’attenta analisi ha espresso determinati giudizi sul girone di B D’Eccellenzache ha visto protagonista l’Olympia Basket e che sta vedendo la corsa PlayOff della Rescifina Messina,formazione allenata dal coach reggino Enzo Porchi.Proprio l’allenatore reggino, è stato eletto allenatore dell’anno.Nel quintetto della difesa troviamo la classe 1994,Juicy Onugha dell’Olympia, nel quintetto Under 21, Ursula Colabello anch’essa dell’Olympia, “traghettata” proprio per questi PlayOff al Messina.

Ecco il resoconto.

Anche per la B Eccellenza Femminile è momento di bilanci premi, con i Playoff ormai agli sgoccioli. Di seguito le scelte di RealBasket Sicilia per quanto riguarda il Girone C2, ovvero quello che interessa le compagini siciliane:

MVP:  1^ Anna Guida (Battipaglia), 2^ Maria Gallo (Stabia), 3^ Josephine Grima (Orlando).

Il premio ad Anna Guida è il premio alla stagione di Battipaglia, autentico rullo compressore. La leader delle campane rappresenta al meglio una squadra fenomenale nella regular season, decisamente dominata e suggellata col trionfo in Coppa Italia.

Defensive Player of the Year:  1^ Rosaria Carotenuto (Stabia), 2^ Serena Bona (Battipaglia), 3^ Roberta Scrima (Verga Palermo).

Un po’ a sorpresa ecco spuntare la rocciosa giocatrice di Stabia, lunga di mestiere che sotto le plance non si sottrae alla lotta, anzi. Grande agonista e una delle giocatrici più importanti per Stabia tra quelle meno celebrate.

Most Improved Player: Giorgia Manfrè (Verga Palermo).

Con la promozione a starter nel Verga Palermo e tanti minuti importanti, Manfrè ha accelerato un processo di crescita importante, coronato con la convocazione per un raduno della nazionale Under19. Ha inoltre collezionato alcune gare importanti, prima dell’infortunio nel momento decisivo della stagione.

Rookie of the Year: Roberta Scrima (Verga Palermo).

Un’esordiente sui generis, la play del Verga. Solo per pura burocrazia, dato che il panorama regionale l’aveva già conosciuta e apprezzata come una delle giocatrici più solide della B Regionale. La stagione, iniziata più tardi causa infortunio, è stata decisamente formativa specie per il suo playmaking: la difesa di grandissima qualità rimane però anche col salto di categoria.

Coach of the Year: Enzo Porchi (Messina).

Messina ha fatto fronte più o meno brillantemente a una partenza importante come quella di De Benedictis e alla difficile impresa di dover rimpiazzare Malaja. È andata bene non abbassando la qualità di gioco che specie tra le mura amiche è eccellente.

First Team: Basso (Battipaglia), Guida (Battipaglia), Grignano (Verga Palermo), Bona (Battipaglia), Grima (Orlando).

Tre battipagliesi con l’MVP Guida, la forte ala Bona e Basso a dirigere le operazioni. Schierata da ala piccola Grignano, nel suo ruolo naturale, dopo una stagione da ala grande atipica. Grima, trascinatrice dell’Orlando per gran parte del campionato, si prende l’ultimo posto nelle migliori cinque.

Second Team: Gallo (Stabia), Potolicchio (Battipaglia), C. Margio (Caserta), Di Fiore (Portici), Ribezzo (Battipaglia).

La sorpresa Maria Gallo, arrivata seconda nella corsa al premio più importante, si consola col secondo quintetto, nella quale considerata anche la presenza di Potolicchio non troviamo una play pura. Completano le cinque Claudia Margio di Caserta e altre due campane come Di Fiore e Ribezzo.

Third Team:  Santonastaso (Maddaloni), Vento (Messina), De Rosa (Benevento), Negri (Stabia), Crovatto (Potenza).

L’imprevedibile Santonastaso porta palla, Vento e De Rosa danno punti alla causa, mentre la frontline del terzo quintetto è formata da due giocatrici importanti come Negri e Crovatto, unica giocatrice di Potenza ad avere una menzione nei premi stagionali.

Defensive Team: Scrima (Verga Palermo), Onugha (Reggio Calabria), Bona (Battipaglia), Carotenuto (Stabia), Ribezzo (Battipaglia)

La rapidità di Scrima e i mezzi fisici di Onugha formano il reparto dietro del quintetto, che vede Bona nell’inedita posizione di ala piccola e un reparto lunghi di grande stazza con Carotenuto e Ribezzo a chiudere l’area.

Under21 Team:  D’Avolio (Stabia), Gallo (Stabia),  Aleo (Messina), Colabello (Reggio Calabria/Messina), Manfrè (Verga Palermo).

Le esterne terribili di Stabia D’Avolio e Gallo entrano nel quintetto Under21, completato dalla messinese Aleo, da un’altra giocatrice pure lei a Messina questa stagione come Colabello e infine dalla giocatrice più migliorata Manfrè.

Fonte:RealbasketSicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons