Redel, la sconfitta passa dai tiri liberi

 

 

I ragazzi di coach D’Arrigo tornano a mani vuote da Gravina di Catania al termine di una gara molto combattuta.

Successo meritato per i vogliosi etnei che hanno sfruttato alla grande le percentuali realizzative dell’ottimo Casiraghi.

La Redel ha lottato sempre aggrappata al match cedendo esclusivamente sul finale con il risultato di 93 a 84.

Le colpe della sconfitta passano senza dubbio dalle pessime percentuali ai tiri liberi dei reggini.

Un pessimo 18 su 36 ha influito tantissimo sul risultato finale.

Da sottolineare, il doppio infortunio al condottiero Scaffidi.Prima un problema alla caviglia nella seconda frazione, subito dopo una nuova “botta” che ha messo k.o. il migliore “redelino” del momento.

Doppie cifre per Pellegrino,Soldatesca,Stracuzzi e De Marco.

L’appuntamento per i reggini si trasferisce a sabato prossimo ed ad una sfida da non perdere contro il San Filippo del Mela dell’ex Ciccio Romeo.

L’appuntamento per provare a vincere in trasferta,invece, sarà programmato per il 20 di Novembre in casa della temibile Monteleone Racalmuto.

Giovanni Mafrici

Uff.Stampa Redel Energia

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons