Redel sfortunata,la strada è quella giusta

 

 

Segnali incoraggianti per la Redel Vis Reggio Calabria.

La vittoria non è arrivata e vista la caratura di un roster “extralusso” costruito dalla Dirigenza ci sarebbe da preoccuparsi ma, la trasferta di Canicattì regala grandi “feedbacks” al quintetto di Coach Checco Checco D’Arrigo.

E’ presto per mollare ed il girone di ritorno sarà assolutamente importante per il futuro di questa formazione che per roster, mezzi e caratura tecnica non sembra secondo a nessuno in questocampionato.

Avanti per quattro periodi sull’ostico campo dei siciliani del Canicattì, Vazzana e soci si sono lasciati raggiungere esclusivamente nelle battute finali.

Il 72 pari porta la firma del veterano trentanovenne Nino Strazzera e del centro argentino Mariano Carcano assolutamente determinanti per il rush finale dei siciliani.

Pietro Vazzana, in assoluta serata di grazia ha portato avanti i suoi giocata dopo giocata chiudendo con trenta punti da sogno ben supportati da sei triple che non sono bastate per la causa dei reggini.Buone le prove di Scaffidi,Stracuzzi,Zampogna e del nuovo acquisto Andrea Gjinaj.Dall’altra parte del parquet,invece,importanti le doppie cifre di Festino e Manzo.

Per la Redel, questa è la seconda sconfitta consecutiva all’interno del periodo più nero della storia della giovane società reggina.

Nel derby del prossimo turno contro una rinnovata e rinfrancata Nuova Jolly dove gioca l’ex Vittorio Soldatesca non si scherza più.

 

Gaudium Canicattì-Redel Vis Reggio Calabria 78-74

(14-18,22-26,21-17,21-13)

Canicattì:Sgrò,Festino 26,German 6,Barbaro,Strazzera 4,Giarruso 2,Bonetti,Carcano 7,Canzonieri 6,Manzo 19.All Ceccato

Redel Vis:Gjinaj 10,Zampogna 14,Grasso 6,Scaffidi 3,Vazzana 30,Marseglia,Pellicanò 8,Semerano,Stracuzzi 3,Cedro.All D’Arrigo Ass Sant’Ambrogio

Arbitri Andrea Bernassola e Andrea Suriani di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons