Redel,serve un “Sacco” di voglia per battere Gela

e si tuffa verso un nuovo turno di campionato,il primo,tra le mura amiche nel girone di ritorno.

 

Daniele Saccà,pedina tattica che può agire da play ed esterno abbandona finalmente lo status difree agents. Ex Viola(anche in A1),Marsala,Cosenza,Cefalù,Cestistica Lazzarese e Catania,il reggino figlio del pioniere della Viola Nicola  è il nuovo innesto dei reggini e  sarà già in campo nella sfida delle ore 18.30 del Sabato contro il temibile Gela.

Saccà non è un tiratore,un uomo dalle grandi statistiche e probabilmente ha pagato,soprattutto negli ultimi anni questa mancanza di numeri statistici nelle ultime stagioni:parliamo, però di un giocatore nel vero senso della parola,grande attitudine cestistica,pochi egoismi,grande gioco di squadra e capacità di far gruppo.

Non ci sarà Stefano Zampogna il cui recupero dopo un infortunio al ginocchio appare più lungo del previsto. L’atleta dovrebbe saltare sicuramente anche la prossima trasferta in casa del Catanzaro.

Fabrizio Scaffidi, uomo cardine del team,preferito in estate all’estro di Vincenzo Meduri,dovrebbe aver lasciato i colori bianco-blu per una scelta a quanto pare personale.

I ragazzi bianco-blu hanno l’obbligo di scuotersi e battere un Gela che,sulla carta non sembra assolutamente una squadra arrendevole. Il poker formato dall’eclettico Paride Giusti(giocoliere che ci ha fornito materiale spettacolare nelle nostre actions ai tempi di Caltanissetta e Racalmuto),la caratura di atleti come Evotti,l’ex Lamezia Nesti ed il centro del Trapani della passata stagione Carlo Di Gioia pone il team siciliano come una delle super potenze del campionato.

Gela ha sei punti in più rispetto a Reggio.

Si ripropone la sfida tra lavagnette vista nel PlayOff della passata stagione:D’Arrigo contro Anselmo nella semifinale tra Redel e Messina.

Arbitrano Puzio di Afragola (Na) e Vallario di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons