Redel,un successo combattivo su Gela

 

Redel Energia Vis Reggio Calabria-Virtus Gela

(20-15,17-19,20-11,19-12)

Redel:De Marco 20,Antinori ne,Stracuzzi ne,Lombardo,Scafaro,Grande 27,Soldatesca 5,Scaffidi 8,Cugliandro 4,Pellegrino 12.All D’Arrigo

Gela:Sanfilippo,Morana 4,Occhipinti 8,Radovanovic 13,Ventura 8,Caiola 11,Uccello 1,Lombardo,Dispinsieri 5,Sorrentino 7.All Bianca

Arbitri Mattia Volgarino e Salvatore Di Benedetto.

REGGIO CALABRIA-Serviva proprio la vittoria in casa Redel.Successo che da morale,classifica e consapevolezza per Reggio Calabria che batte il giovane quintetto del Gela.

Novità in casa Redel.A sorpresa Coach D’Arrigo mescola le carte nella sua ampia rosa.Dentro Federico Antinori, fuori Claudio Cavalieri.L’ex play raggiunge Scafaro,Cugliandro,Stracuzzi e Lombardo in panchina.In quintetto viaggiano Scaffidi in regia,Grande esterno con De Marco Jolly difensivo ed offensivo affiancato all’ala grande Soldatesca ed il lungo Vladimir Pellegrino.

Gela risponde con la formazione giovanissima che sta stupendo l’intero Sud d’Italia.Una gruppo fortissimo affiancato a due soli over: il centro Radovanovic ex Catanzaro e l’ala Sorrentino ex Ragusa.

Nel primo quarto la Redel parte forte ma non fortissimo.

Gela trova buone soluzioni da fuori con Dispinsieri ma tiene botta soprattutto con i centimetri di Radovanovic.

Reggio, firma il primo allungo con Pellegrino. Belle e determinate le penetrazioni degli esterni Grande e De Marco senza dubbio i protagonisti dell’intera gara.

Proprio Domenico De Marco fimerà il più cinque sulla sirena di fine primo quarto con un bel canestro in entrata.

Nel secondo periodo Gela si fa sotto.Prima il pareggio con Ventura dalla lunga.Poi il primo vantaggio sulla seconda penetrazione consecutiva di Morana.

E la Redel? Appena subito lo svantaggio si rianima due bei recuperi di Soldatesca concretizzati ancora da De Marco per il nuovo più quattro.Grande concretizzerà il più sei da lì a poco, ovvero il punteggio più visto in questa frazione.

Proprio l’uscita di De Marco per qualche minuto provocherà un mini-stop per la Redel con il Gela lanciatissimo con una agguerrita difesa press.

Sorrentino riporterà Gela sotto di uno a 18 secondi dal termine.Soldatesca risponderà immediatamente sulla giocata finale del secondo periodo.

All’uscita dagli spogliatoi la Redel parte a 1000: sette a zero firmato ancora da loro due Matteo Grande e Domenico De Marco e massimo vantaggio dei locali(+10).

Occhipinti dalla linea dei liberi(1/2) interromperà i due minuti magici dei reggini (44-35).

Sul 46 a 47 dopo un rimbalzo in difesa del Gela, la manata di Soldatesca su Radovanovic,energica e giudicata cattiva dagli arbitri provocherà l’espulsione dell’ala grandedella Redel.

La musica,però, non cambia.Grande insacca due canestri acrobatici(52 a 41) tenendo a distanza gli avversari.Il nuovo più quattordici lo scriverà Scaffidi(57-43).

Nell’ultima frazione Gela prova a difendere forte. Il quintetto da battaglia schierato da coach D’Arrigo funzionerà anche se con qualche difficoltà. I primi cinque minuti saranno molto combattuti(bel tap-in di Cugliandro, più quattordici firmato nuovamente da Scaffidi).

Sul finale Pellegrino ed ancora il tandem De Marco e Grande, le due autentiche spine nel fianco della difesa ospite sfioreranno i venti punti di vantaggio.

Scaffidi a otto secondi dalla fine raggiungerà il più venti e regalerà anche la temporanea differenza canestri positiva dei reggini.Il fallo al rimbalzo su Radovanovic manderà in lunetta il centro ospite che sbaglierà entrambi i tentativi di realizzazione.

Giovanni Mafrici

Uff.Stampa Redel Energia

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons