Reggio Calabria in balia delle onde

 

 

La speranza è che, dopo la finale persa contro l’Upea due anni orsono, dopo la finale persa nella stagione appena conclusa contro la meritevole Agrigento ed il successivo spareggio capitolino con tanto di finale horror contro Corno di Rosazzo, i reggini possano festeggiare un lieto fine e la conquista della categoria superiore.

Le notizie delle ultime ore non sono assolutamente positive.

La Fip non si pronuncia, non si è pronunciata e potrebbe anche non pronunciarsi facendo slittare l’eventuale ripescaggio della Viola ad Agosto.

Tutto può veramente succedere anche perchè il governo nazionale del basket sembra in balie di onde “anomale” che rendono poco lucido il giudicato di chi detiene il potere decisionale.

Aspettando il ritorno di Gianni Petrucci come Presidente, la speranza è che si possa ritornare quantomeno ad una chiarezza di base che, a malincuore,risulta evidentemente scomparsa.

Le sconcertanti decisioni del Consiglio Federale sono inspiegabilmente scomparse tra le news del sito federale(lungi da noi voler pensar male..).Paura delle critiche a pioggia che sono arrivate da tutta Italia? Sarebbe proprio puerile.

E la Viola? La Dirigenza sta pensando di fare le valige e partire per Roma per avere chiarezza, risposte,certezze per iniziare a programmare.Il progetto, lo ribadiamo, riguarda il cinquanta percento del basket regionale di carattere nazionale, mica bruscolini..considerando che le sorti delle compagini di Dnc di Gioiese e Jolly sono e saranno legate ai nero-arancio.

 

In breve:la situazione del momento è più nera che mai.Se la situazione resterà così com’è la Viola deve sperare in una resurrezione della compagine del Sant’Arcangelo per ottenere il ripescaggio.

Si gioca a pari o dispari come da bambini..

Il passaggio tra Sant’Arcangelo e Rieti è saltato.La compagine reatina è già al lavoro per costruire una grande B con lo storico nome di Sebastiani.

E’ una roulette russa: Il consiglio federale non si è pronunciato e probabilmente i tifosi, tra ricorsi e legali dovranno aspettare Agosto per avere notizie.Il volere sembra quello di formare un girone di Dna a squadre pari ma anche su questo non vi è certezza.

La certezza è che Reggio Calabria è utilizzata come una pedina in balia dei gironi,dei fallimenti e dei forfait aspettati o inaspettati degli altri.Lo status di squadra riserva di Dna appare un grande “fake”.E se ad Agosto la Dirigenza reggina per ripicca rinunciasse? Si riunirebbero altri dodici consigli? Roba da ridere..

 

Non è di certo un bel trattamento che dimostra nuovamente lo scarso peso politico che questa regione a livello federale ha. Non basta un fax per tenere alto il nome del basket regionale, come farà sicuramente l’attenta dirigenza nero-arancio bisognerà battere i pugni sui tavoli, prendere il primo aereo Reggio Roma e discutere personalmente per avere chiarezza: se sarà Dnb non sarà un fallimento, se sarà Dna sarà una soddisfazione ma la voglia, quella sta seriamente passando a tutti..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons