Reggio ha voglia di Final Eight

.

 

Oggi incontro decisivo tra il Dg nero-arancio Condello e le Istituzioni per capire bene se da parte del territorio c’è la volontà di sostenere questa importantissima iniziativa.

Le Final Eight porterebbero a Reggio Calabria una ventata di turismo inatteso riservato al mese di Marzo, tanti nuovi “stake-holder” pronti ad ammirare le bellezze ed i panorami della nostra terra, unica per ospitalità,scenari e non solo.

Otto squadre per categoria riguardanti la A,B e C Dilettanti. Tre finalissime, una per categoria impreziosite dalla presenza dellaLiomatic Viola pronta a duellare con le paricategoria della B dei Dilettanti alla conquista dell’ambito Trofeo. Senza nulla togliere all’ospitale città di Foligno, sede della passata edizione, Reggio ha tutte le carte in regola per ospitare quest’evento. Sono passati undici anni dall’organizzazione della Coppa Italia di Serie A1 al PalaCalafiore ma la voglia di qualche “addetto ai lavori” è letteralmente immutata. Era la Viola di Ginobili, era la Coppa Italia del nuovo millennio che vide trionfare la Benetton Treviso dei vari Nicola,Edney,Pittis,Bulleri,Marconato a cospetto della formazione che riuscì ad eliminare il Nuovo Basket Viola,ovvero la Kinder Virtus Bologna di Ettore Messina. I bianco-neri schieravano il talento di Sasha Danilovic unito ad atleti del calibro di Rigaudeau,Sconochini,Abbio,Strombergas,Ekonomou.La Viola,invece, era la formazione di Gaetano Gebbia trascinata dal “cervello” Montecchia e proprio dall’esplosione di Ginobili.Una curiosità:l’uomo di Coppa per i reggini è senza dubbio Seby Grasso. L’attuale capitano della Liomatic era presente nel roster della Viola nel 2000, ha partecipato all’edizione 2010 di Foligno e si appresta a dare un grande contributo anche nella nuova edizione delle Finali.

I tempi,chiaramente sono cambiati. La nuova Viola sta dimostrando di voler puntare forte sul basket, voglia di crescere e di portare in alto il movimento.

La speranza è che Muscolino e soci non restino soli ma riescano a coinvolgere Aziende,tifosi e seguito per diventare “Grandi”.

Entro domani sapremo se ci sono le condizioni per continuare a parlare della “candidatura” di Reggio Calabria come città organizzatrice delle Finali all’interno di un nuovo connubio con le città di Gioia Tauro e Polistena.

Le alternative, come gia anticipato, sono praticamente gia stabilite con la A dei Dilettanti che si giocherà a Trento, la B a Livorno e la C a Montecatini.

Giovanni Mafrici

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons