Reggioacanestro intervista Ginobili

{iframe} http://www.youtube.com/embed/1yHHhYzQOss” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Da Reggio Calabria a Berlino solo per lui. Nino Romeo e Giovanni Mafrici, dopo 14 anni dalla sua partenza verso Bologna, incontrano nuovamente dal vivo Manu Ginobili.

Il talento di Bahia Blanca, unico cestista al mondo ad aver vinto titolo italiano ed Eurolega, oro olimpico e quattro titoli NBA, è oggi in assoluto il personaggio più rappresentativo della storia dello sport in Argentina.

Ripercorriamo le due stagioni trascorse a Reggio Calabria con coach Gaetano Gebbia.

Era l’anno 1998-1999, Manu (allora 21enne) arriva a Reggio Calabria e porta la Viola dalla serie A2 in A1; in molti ricorderanno la finale contro la Fila Biella in un Pentimele stracolmo.

La stagione successiva è ancor più straordinaria ed entrerà di diritto nelle pagine più belle della storia neroarancio. Dall’Argentina arriva anche Ale Montecchia (coppia che regalerà quatto anni più tardi l’oro olimpico all’Argentina insieme ad Hugo Sconochini e Carlos Delfino, altri due ex Viola). Gli uomini di Gaetano Gebbia sfiorano l’impresa storica e vengono eliminati solo in gara 5 ed ai quarti di finale dalla Kinder Bologna di coach Ettore Messina. Manu l’anno successivo si trasferirà proprio a Bologna ed anni dopo ai San Antonio Spurs.

Di seguito i roster delle due stagioni di Manu Ginobili a Reggio Calabria:

VIOLA REGGIO CALABRIA – STAGIONE 1998-1999 – SERIE A2

Manu Ginobili, Franco Binotto, Peter Van Elswyk, Rino Tomasiello, Gustavo Tolotti, Brent Scott, Alessandro Santoro, Daniele Saccà, Brian Oliver, Sydney Johnson, Sebastiano Grasso, Christian Welp, Jeff Nordgaard, Cristiano Grappasonni. Coach: Gaetano Gebbia 

Piazzamento finale: 3° posto, promossa in Serie A1 dopo i play-off.

VIOLA REGGIO CALABRIA STAGIONE 1999-2000 – SERIE A1 

Manu Ginobili, Franco Binotto, Alessandro Santoro, Sebastiano Grasso, Cristiano Grappasonni, Alejandro Montecchia, Brian Shorter, Marc M’Bahia, Andrea Blasi, Kevin Thompson, Brian Oliver. Coach: Gaetano Gebbia

Piazzamento finale: 7° posto, eliminata ai quarti di finale in gara 5 dalla Virtus Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons