Ribaltone Branca, tanti ottimi propositi per il futuro

 

 

Tutto quello che sostenitori, addetti ai lavori ed appassionati della Viola sognano esclusa la Serie A, la Silver va già benissimo.

Il bilancio della Conferenza Stampa del “restyling” Viola è immediatamente positivo.

Toccherà agli operatori, capeggiati dal nuovo Presidente Giusva Branca passare dalla teoria alla pratica con una rivoluzione culturale radicale e per certi versi molto difficile da attuare.

I punti interrogativi dovranno trasformarsi in certezze che, se realizzate entreranno nella storia.

La buona volontà sembra essere presente al 100% negli occhi del nuovo numero uno nero-arancio.

Una conferenza intensa, ricca di spunti che, come affermato dall’avvocato e giornalista reggino può riempire le pagine di quotidiani e stampa varia per giorni e giorni.

Tanti, tantissimi gli obiettivi da perseguire seguendo sostanzialmente i seguenti dictat indicativi che possono suonare a mò di spot: La Viola è intramontabile come Raffaella Carrà,è il futuro dei nostri figli e deve diventare l’unica chiesa in mezzo ad una città che ha tanta voglia di rialzarsi.

Servirà una forza incredibile per far tornare la Viola una passione di massa considerati i pochi numeri delle ultime stagioni ma il nuovo numero uno della Viola è più che ottimista.

La Viola,secondo il nuovo Presidente, grazie alla sua storia rimane un simbolo internazionale di positività capace di unire con positività appunto,intere generazioni e nazioni lontane chilometri.

Oggi, il basket è cambiato ma, secondo il numero uno nero-arancio sono tantissime le chiavi per far bene:”La città non aspetta altro”.

Immaginate un corso Garibaldi vuoto ed un Palazzetto pieno in ogni ordine di posto per una gara dei nero-arancio? Noi ce lo auguriamo.

Branca punta altissimo: con il suo avvento, afferma, già quattro sponsor sono interessati alla vicende dei nero-arancio(Azienda Canale,Federico e Stocco e Stocco su tutte).

Il reggino ha anche argomentato sul perchè la città abbia sempre avuto diffidenza sulla gestione Muscolino ma rilancia guardando più che positivamente al futuro: lavoreranno fianco a fianco considerando che la gestione dell’area tecnica sarà tutta per un uomo della società, Gaetano Condello.

La crescita, e lo step in avanti sarà un decollo di carattere manageriale che, secondo il nuovo Presidente in questi anni è mancato.

Sono tanti gli obiettivi per il futuro: i canestri nelle piazze(la stessa promessa di un vecchio assessore allo sport mai avverata), l’assoluta leadership a livello giovanile nella Calabria dove la Viola talvolta viene sorpassata da realtà crescenti come Lumaka,Catanzaro e non solo, voce a livello federale,al Coni ed in Lega per provare a mettere il basket su binari corretti.

Branca si avvarrà di un pool di consiglieri fidati che, in un modo o in un altro hanno già ricoperto ruoli all’interno delle vecchie dirigenze:Ciccio Franco,l’Avv. Tuccio,Willy Praticò,il Dott.Albanese e non solo.

Il Presidente ha sottolineato la voglia di rendere appetibile e vendibile il prodotto Viola facendolo entrare nelle case dei reggini, passo dopo passo anche grazie a quello che dovrebbe essere l’imminente ritorno al Palacalafiore.

Dal punto di vista economico, Giancesare Muscolino e Josè Campisi rimarranno i finanziatori della società che mira,nel breve tempo a diventare autonoma anche da questo punto di vista.

Sul fronte operatività tecniche, i presenti hanno glissato ribadendo solamente che nella prossima settimana si terrà un incontro tra Gaetano Condello ed il Coach Ponticiello: tutte le strade di questo nuovo progetto portano verso Gianni Benedetto.

Tutta da decifrare la questione settore giovanile che potrebbe registrare, anche in questo caso un ribaltone non da poco.

L’auspicio è che tutti questi bellissimi propositi, non restino solamente un film(la cinematografia accoglierà comunque il progetto sul mito Viola condotto proprio da Branca) ma un reale progetto di rinascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons