Ricordando Sonia ad un anno di distanza

, “stella” del nostro basket in rosa ,Istruttrice Minibasket e coach del Settore Giovanile del Cras Catanzaro & jbl.Vi riproponiamo questo spazio agli amici per un piccolo ricordo..

 

CIAO SONIA

TI SCRIVO DOPO AVER APPRESO DELLA TRAGICA NOTIZIA DEL INCIDENTE CHE TI HA ALLONTANATO DALLA VITA TERRENA!!! SONO DECISAMENTE SCONVOLTA!!!
SONO TANTI ANNI CHE NON CI VEDEVAMO MA IO COME TUTTI COLORO CHE HANNO AVUTO LA POSSIBILITA’ DI CONOSCERTI HO SEMPRE CONSERVATO UNO SPLENDIDO RICORDO DI TE, DEL TUO SORRISO E DELLA PACCA SULLA SPALLA CHE SAPEVI DARE NEI MOMETI IN CUI VOLEVAMO ESSERE INCORAGGIATE DALLA TUA INSTANCABILE GRINTA…. ERI VERAMENTE UNA GRAN LEADER…
IO RICORDO RIZZIERO QUANDO VENIVA A PRENDERTI ALL’ISEF … ED ERO CERTA CHE SAREBBE STATO IL TUO COMPAGNO DI VITA …OGGIAggiungi un appuntamento per oggi GLI SONO VICINA E DA MAMMA GLI DICO CHE LA TUA VITA CONTINUA ATTRAVERSO I VOSTRI FIGLI… TOCCA A LUI OGGIAggiungi un appuntamento per oggi TRASFERIRE IN LORO I RICORDI E … TUTTO QUELLO CHE AVETE COSTRIUTO INSIEME… NON SARA’ FACILE MA TU LO AIUTERAI!!!!
NON CONOSCO I TUOI FIGLI MA CONOSCENDO TE SONO CERTA CHE SAPRANNO APPREZZARE OGNI ATTIMO DI QUESTA VITA E SAPRANNO TROVARE LA LUCE DEI TUOI OCCHI CHE LI CONTINUERA’ A GUIDARE .
OGGIAggiungi un appuntamento per oggi SEI IMPEGNATA ALTROVE FORSE STAI GIOCANDO ANCHE LI LA TUA PARTITA CON GRANDE CORAGGIO ….COME SEMPRE….
CONCLUDO QUESTE POCHE RIGHE GUARDANDO NEI MIEI RICORDI E TROVANDO IL TUO INDIMENTICABILE SORRISO BACI 
VALENTINA COLELLA
P.S SO CHE VOLEVI ORGANIZZARE UNA RIMPATRIATA DI TUTTI NOI … TI COMUNICO CHE NON TI DELUDEREMO PROVEREMO A CONTINUARE QUESTO TUO PROGETTO E TU SARAI CON NOI PER CONDIVIDERE LA GIOIA DI RITROVARCI.

Non trovo le parole ……non le trovo……ciao Sonia il tuo sorriso e l’amore per il basket resterà da esempio per tutti noi! un abbraccio affettuoso a Riziero, Celestino, Andrea da Emilio Corona e da tuto il Campus Audax 
Emilio Corona

Appena ho appreso la triste notizia, la mia mente è tornata indietro negli anni, con Sonia ragazza vivace e solare, abbiamo diviso molte passioni, la pallacanestro in primis e poi gli studi all’Isef di Catanzaro. Tutti i lunedi eravamo tra i banchi dell’università a spulciare i quotidiani per vedere i risultati ,lei della Florens Catanzaro che allora battagliava con la Capogreco, altra squadra di CZ, ed io della Basket Reggio e ricordo le prese in giro e le risate quando nel tabellino c’era una virgola al posto dei punti realizzati (ma erano più le Sue di risate che le mie). C’era una forte intesa non solo legata dalla passione per lo sport ma proprio per la Sua propensione ad essere sempre disponibile non disdegnando però al momento giusto di mostrare il carattere irascibile ed autoritario. Nonostante la sua solarità, la vita non le ha dato tante gioie soprattutto nello sport, dove le bizze al gionocchio le hanno prematuramente fatto appendere le scarpe al chiodo e ricordo le sue lacrime al momento di tale decisione, però la vita le ho dato la possibilità di costruire una bella famiglia assieme al marito Riziero ed all avvento dei figli legati come ai genitori alla passione per la Pallacanestro. Nonostante col passare del tempo le nostre strade sportive e professionali si sono separate, con Sonia è rimasto quel ricordo e rispetto reciproco ed infatti fui piacevolmente colpito quando quest anno andai a giocare con la VIS al PalaCorvo ed a fine gara mentre mi accingevo ad entrare negli spogliatoi me la vidi venire incontro col solito volto solare e sorridente e mi disse: “Mi chieda scusa” (frase famosa che usavamo all’Isef per scherzare con qualche professore) ma non le sembra il momento di appendere le scarpe al chiodo? Sapevo che ancora giocavi ed incuriosita sono venuta a vederti e da quel che ho visto posso dirti…..che puoi ancora giocare”….sparandosi una delle sue famose risate. E dopo ciò, oltre a rivocare i tempi passati, si complimentò con me invitandomi a non mollare perchè l’amore e la passione per questo sport è immenso, raccontandomi della sua nuova mansione all’interno della società CRAS CZ.
Ed è con quest’ultima rievocazione che voglio ricordare Sonia, con quegli occhi celesti luccicanti ed il sorriso sulle labbra che ti mettevano serenità ed allegria solo a guardarla….
Un abbraccio affettuoso al marito ed ai figli ed a Lei posso solo dire…..Ciao….sarei sempre nei mie ricordi. 

Gianni Santucci

Purtroppo chi scompare improvvisamente ci lascia sgomenti e invasi dal dolore. Alla notizia della tua scomparsa mi è mancato il fiato e l’incredulità mi ha preso la mente. Un paio di telefonate e purtroppo la conferma che quanto più di terribile era successo. Allora subito il pensiero è andato al tuo sorriso e alla passione che hai sempre messo nel tuo lavoro, a quei momenti belli condivisi al corso di allenatore dove hai avuto sempre la premura di controllare che facessi tutto per bene, segno della tua infinita passione e della tua professionalità. Ho fede nel credere che continuerai ad accompagnarci e a darci sempre gli spunti migliori per il proseguio della nostra vita. Alla famiglia di Sonia rivolgo un forte abbraccio in un momento così terribile e gli auguro che con tanta fede possano ritrovare la giusta serenità per proseguire in questa vita. Eventi passati e anche in questa occasione mi convincono sempre di più che Dio scende nel suo prato e porta via sempre i fiori migliori… Ciao Sonia!

Nando Fusto

Cara Sonia, 
Venerdì ci siamo visti per organizzare la 24h Basket a Soverato, abbiamo deciso la formula da adottare, Ti sei subito adoperata impegnandoTi a sbrigare delle faccende utili all’organizzazione … ed il giorno dopo … Te ne sei andata … PROPRIO TU !!! 
Ricordo l’anno scorso, quando abbiamo organizzato la 24h Basket, ero sull’orlo di impazzire, quando nessuno si presentava nelle ora notturne. Stavo per mandare tutto all’aria, quando Tu hai preso in mano le redini e mi hai tranquillizato dicendo: “Ciccio… è tutto apposto, facciamo l’altra partita e continuiamo fino alla fine”. La Tua presenza mi ha reso tranquillo ed averTi avuto al mio fianco è stato un grande onore oltre che un gran piacere. 
Ho sempre apprezzato anche la Tua capacità nell’organizzazione del memorial di Montepaone, evento capace di riportare su un campetto di basket sconosciuto, il meglio del basket provinciale ed il meglio delle ultime tre generazioni di cestisti della provincia. 
Sono certo che non finirai di contribuire al Basket anche da la sù!!! 
Difficilmente Ti terranno a bada. Sarai sempre tra noi e non ci dimenticheremo mai di TE. 
Un affettuosissimo abbraccio a Rizziero, Celestino ed Andrea. Vi sono vicinissimo nel dolore, anche se non potrò mai capire quello che sentite in questo momento. Perdere una donna Sonia non è facile. Ma state tranquilli, Lei non Vi lascerà mai e sentirete sempre la Sua presenza, in ogni cosa che vi ha insegnato e che vi continuerà ad insegnare. Una persona come Sonia lascia sempre il segno e Voi dovrete continuare a portare avanti tutto ciò che Lei vi ha insegnato. FORZA RAGAZZI, FORZA RIZZIERO !!! 
Da Soverato in lacrime. 
Ciccio Trimboli

Ps: 
Assieme agli altri organizzatori abbiamo sospeso la manifestazione per quest’anno. So che non saresti stata d’accordo, ma non ce la sentiamo di andare avanti senza di Te.

La dirigenza della S.D. Castrovillari Basket
Non ho avuto la fortuna di conoscere Sonia di persona. Quest’anno, per questioni organizzative relative alla fase regionale del campionato under 15, ci siamo sentiti più volte, e devo ammettere che ero veramente incuriosito, quasi ansioso, di incontrarla in occasione della partita a Catanzaro, tante erano state la spontaneità e la simpatia con le quali si era presentata e che aveva sempre mostrate durante le nostre brevi chiacchierate telefoniche. In occasione dell’incontro, ho potuto incontrare solo suo marito, visto che lei era a lavorare in qualche altra palestra … la sensazione di persone per bene, dotate di quella serenità che contraddistingue gli essere umani buoni, mi ha colpito immediatamente.
Purtroppo, oltre al dolore che accompagna la sua scomparsa, mi resterà sempre il rimpianto di non averla conosciuta prima.

 

Andrea Attanasio
Castrovillari Basket

HO APPRESO LA NOTIZIA DAL COACH NANDO RIGHINI…E MENTRE LEGGEVO IMPIETRITA IL MESSAGGIO CONTINUAVO A DIRMI NON è VERO…!!! HO AVUTO LA FORTUNA DI CONOSCERTI E DI GIOCARE INSIEME A TE…!!! RICORDO CON NOSTALGIA I TUOI OCCHI SPLENDIDI E LA TUA CONTAGIOSA RISATA….SEMPRE PRONTA A SCHERZARE…!!! UNA RAGAZZA UMILE E PIENA DI VITA…FRIZZANTE…NON è GIUSTO..!!! COSA DIRE ALLA TUA FAMIGLIA…A RIZZIERO…AI TUOI FIGLI…NON CI SONO PAROLE CHE POSSANO ALLEVIARE UN DOLORE COSì GRANDE…!!! UN ABBRACCIO A TUTTI LORO….E A TE SONIA UN BACIO IMMENSO…SONO SICURA CHE TI PRENDERAI CURA DI TUTTI COME HAI SEMPRE FATTO…!!! NON ABBANDONARE MAI LA TUA VITALITà AMICA MIA…..SORRIDI SEMPRE ANCHE IN QUELLA CHE SARà LA TUA NUOVA VITA ADESSO…TI VOGLIO BENE!!!! REGINA ALIVERNINI

Cordoglio della Pallacanestro Catanzaro per la scomparsa di Sonia Smacchia 
L’A.S.D. Pallacanestro Catanzaro, insieme a tutte le società del suo Network, si unisce al dolore per la tragica scomparsa di Sonia Smacchia, ex-cestista della Florens Catanzaro e attuale dirigente della società CRAS Catanzaro. L’intero movimento cestistico cittadino perde una figura di fondamentale importanza per la passione e l’impegno da sempre dimostrati da Sonia. Tutti i tesserati del Network della Pallacanestro Catanzaro esprimono il loro profondo cordoglio alle famiglie Cresta e Smacchia.

Ufficio Stampa Pallacanestro Catanzaro

Cara Sonia, quando Barbara, con la voce rotta dall’emozione, mi ha dato la tragica notizia, sono rimasto senza fiato e senza parole… non potevo credere ad una cosa così dolorosa per te, i tuoi cari e tutti noi che ti abbiamo conosciuta.. ora non mi resta che questa possibilità per ricordarti e dirti cose che, magari, non abbiamo mai socializzato tra noi. 
Ci siamo conosciuti nel lontano ’86 al ritiro della Florens, io e te eravamo le new entries della stagione. Già lì con il tuo carattere allegro ed esuberante hai conquistato il cuore di tutti, compagne, dirigenti, tecnici…e …Riziero. A proposito che coppia fantastica, uno assolutamente complementare all’altra.. tu ipercinetica ed impulsiva, lui riflessivo e tranquillo. D’altra parte il tempo ha dato ragione alla scelta che avete fatto di prendervi come compagni di vita; affiatati e solidali   siete riusciti a creare una bella famiglia allietata dalla nascita di due figli, entrambi contagiati dalla passione dei genitori per il basket.
Come giocatrice che dire se non ringraziarti ancora per quello che hai fatto per noi. Assoluta star, capocannoniera e migliore giocatrice del torneo nella tua stagione d’esordio, che ha visto la Florens promossa in Serie B, concludere imbattuta sia la regular season che i play offs, dove ha liquidato grazie anche alle tue eccellenti performances il blasonato Barcellona di coach Perdichizzi e l’ambizioso Catania della nazionale junior Anastasi. 
Negli anni successivi grande protagonista della scalata alla serie A2, dove hai continuato a far valere le tue qualità tecniche e dato prova di grande coraggio (ricorderai certo che malgrado i gravi problemi al ginocchio non ti sei mai tirata indietro, anzi….. tanto che ad Avellino fui costretto a lasciare la panchina e portarti in braccio piangente negli spogliatoi per evitare che, appena passato il dolore più acuto, ti riproponessi per un rientro in campo mettendo ancora più a rischio la tua gamba).
Ti voglio ringraziare anche per essere stata sempre l’animatrice creativa che rendeva meno noiosi gli interminabili viaggi in pullman, quella che organizzava, con la complicità di Silvana, grandi e divertentissime serate nella casa che condividevate con Maria. Non mi hai mai detto ed ancora non so come sei riuscita a far sfilare in maschera il mio timidissimo amico Massimo Palanca.
E poi la disponibilità anche per le cose futili..come quando ad Anagni siamo andati insieme a fare shopping di biancheria per don Peppino…
Finita la tua stagione di player,  instancabile come sempre hai creato, coniugando in maniera ottimale le tue capacità manageriali con la sensibilità di madre, questa bella realtà del CRAS che, oltre ad essere una valida scuola dove si può imparare il basket, fa divertire, interagire lealmente e crescere in allegria tanti giovani della nostra Città.
Recentemente capitava spesso d’incontrarci in centro di mattina, ognuno preso dai propri impegni, riuscendo comunque sempre a scambiare due chiacchiere ed un sorriso.
I ricordi si affollano e sono tanti, troppi per poterli riportare qui.. e poi sono certo che hai già preso coscienza del tuo nuovo status e starai già organizzando qualcosa…. diventerai subito, ne sono certo, un bel punto di riferimento anche nell’aldilà.
Un bacio         Nando Righini

E’ stato davvero surreale ricevere la tragica notizia mentre ero alla guida ed un amico mi domandava se fosse tutto vero. Ho avuto modo di conoscere Sonia nell’esperienza di arbitro e ricordo la sua schiettezza e la sua spontaneità così come la grande passione per i più piccoli.Quell’universo che bisognerebbe curare con lo stesso sorriso dirompente che da oggiAggiungi un appuntamento per oggi resterà impresso nelle memorie di chi l’ha conosciuta. Un sentito abbraccio alla sua famiglia. R.I.P
Gianvito Fontanella Molea

Vorrei salutarti con un sorriso quello che era sempre presente sul tuo viso. Un sorriso per averti conosciuto e tanta tristezzaper averti perso.
Ciao Sonia.

Roberto Lopez

I miei ricordi legati a Sonia risalgono al 1983 (anno più, anno meno) quando con trepidazione aspettavamo il mercoledì, giorno di amichevole tra il gruppo cadetti maschile e la squadra femminile dell’Angiulli Bari. Quanto apprendevamo dalle varie Aniello, Nardi, Pascazio, Evangelista….ma la star era Sonia….punto di riferimento per tutte….!
L’ho persa di vista per rincontrarla a Rossano, durante un basket camp, nella versione di mamma e moglie…..sempre punto di riferimento per tutti!
La rivedo a Monopoli per il primo anno di corso per Istruttori Nazionali Minibasket: sorridente, con una gran voglia esserci! Poi Matera, col minibasket in piazza: splendida occasione per riabbracciare colleghi, ma soprattutto amici. Sonia è lì con i suoi bambini e con il suo Andrea. 
La partita tra l’ Angiulli Bari e i bambini del suo centro minibasket…..un ritorno al passato per entrambi! Sonia era felice: la prima volta a Matera dell’Angiulli e il suo centro minibasket che giocava contro i minicestisti della sua vecchia società. Sonia è il solito punto di riferimento, per i bambini, i genitori al seguito, per la sua istruttrice….
Mi piace ricordarla così, attraverso i miei ricordi e il suo essere punto di riferimento. So che non smetterà di esserlo…sarà più difficile, ma ce la farà!!!!

Sonia è stata una gran bella persona, sportiva, leale e da quel che appariva anche moglie e madre esemplare. Non mi capacito che sia potuto accadere. Il movimento della pallacanestro catanzarese ha perso una grande interprete del suo rilancio.

Maurizio Patisso

 

Averti conosciuto prima coma cestista e poi come collega, a fatto si che nascesse una amicizia che non tramonterà mai, i periodi trascorsi insieme nel ns piccolo Centro Tim non li potrà mai nessuno cancellare, sei stata per me una cara amica e un’ottima cugina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons