Risponde il Direttore Responsabile Mario Vetere

 

 


Egregio Comitato,

come è nostro costume professionale siamo tenuti ad offrire spazio anche alla vostra replica, seppur tardiva, non siete i soli ai quali lo abbiamo fatto, lo garantiamo a tutti.

Dalle righe dell’articolo in questione, pubblicato in data 13 agosto 2011, dal titolo la “C regionale più magra di sempre” non riteniamo di aver scritto qualcosa di “impreciso, gratuito e pertanto fuorviante”.

Del resto il 19 agosto abbiamo successivamente provveduto a pubblicare un nuovo articolo, dal titolo “e in dodici come si gioca?” dove si chiariva meglio la questione(Analogie tra il caso Gioiese e quello di questa stagione. Probabilmente sarà sfuggito al vostro “preciso monitoraggio”, capisco eravamo tutti impegnati ad onorare il “Ferragosto”.

(Sintetizzando:in data 19 Agosto 2011 alle ore 5.44, ovvero antecedentemente alla Vostra “rettifica” è stata pubblicata una ulteriore notizia al Redazionale in questione visualizzabile al seguente articolo

https://www.reggioacanestro.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3274:c-rege-in-dodici-come-si-gioca&catid=94:news-c-reg&Itemid=114 La Vostra segnalazione è Arrivata sulla nostra casella di Posta Elettronica in data 20/08/2011.)

Caro Comitato, quante sono le squadre iscritte alla “C regionale”?

Caro Comitato, ritiene soddisfacente la composizione numerica dell’attuale “C regionale”?

Caro Comitato, ritiene soddisfacente che città come Cosenza, Crotone e Vibo, non abbiano realtà cestistiche, almeno in campionati come l’attuale C Regionale?

Sarebbe cosa gradita una Vostra risposta a queste poche domande.

Quale parte del nostro articolo ….. “La polemica più ricca, però,nasce da Cosenza: dopo il forfait alla C Dilettanti, il sodalizio del Presidente Coscarella voleva ripartire dalla C Regionale (proprio come accadde alla Gioiese nella passata stagione). La richiesta non è stata valutata”……. è stato quindi “impreciso, gratuito e pertanto fuorviante”?

Noi non ci occupiamo di burocrazia, né tantomeno di affari legali (di questo se ne occupa il nostro attrezzatissimo e qualificato Sindacato di categoria), siamo un sito di informazione on-line, con una testata giornalistica regolarmente iscritta presso il Tribunale di Reggio Calabria, aut. N. 2/06 R.Stampa del 17 Gennaio 2006. La stessa Costituzione Italiana garantisce libertà d’espressione e di parola, e nel nostro operato abbiamo sempre agito secondo le Disposizioni sulla Stampa, Legge 8 Febbraio 1948 N. 47. Il nostro operato è certificato dalle migliaia di contatti quotidiani sul nostro portale, da nove anni a questa parte, e dagli attestati di stima e testimonianze che ci giungono da ogni parte d’Italia e del Mondo.

Per quanto riguarda le altre “inesattezze” contenute nel comunicato stampa della Nertos Cosenza, pubblicato in data 14/08/2011, crediamo che sia “più preciso e non fuorviante”, che vi rivolgiate direttamente a loro e non a noi che ci occupiamo di informazione e non di problemi amministrativi. Del resto credo abbiate tutti gli estremi per farlo, è una società affiliata alla Fip, saprà qualcosa anche il Comitato Provinciale.

Noi, ci preme ribadirlo, siamo una Testata Giornalistica, in questo caso ci siamo limitati a ricevere e pubblicare un loro comunicato stampa,  come stiamo facendo con il vostro.

Il nostro rammarico, da giornalisti e da appassionati di basket, che quotidianamente frequentano le palestre e si confrontano anche sui campi di gioco (quei pochi che ancora sono disponibili) è l’aver constatato che sono scomparse o quasi realtà importanti regionali come Cosenza,Pianopoli, Crotone, Cap, Vibo, senza che nessuno sia intervenuto trovando o suggerendo per tempo soluzioni adeguate. E’ una nostra “imprecisione gratuita e pertanto fuorviante”?

Come professionisti dell’informazione appare del tutto evidente il nostro più forte rammarico ed imbarazzo nell’aver evidenziato come, dopo l’avvincete passata stagione di C regionale, quest’anno dovremmo accontentarci di pochi e volenterosi appassionati che ancora credono in questo sport.

Ci preme altresì comunicare all’egregio “Comitato” che per autotutela informeremo l’ufficio legale del nostro Sindacato circa l’accaduto.

Avremmo voluto scrivere anche i saluti, ma nella vostra missiva mancavano, crediamo, in buona fede, che si sia trattata di una svista.

 

Mario Vetere – Direttore Responsabile “reggioacanestro.it”

PS:

(ci avrebbe fatto piacere leggere almeno una firma del “Comitato” per associarlo ad un volto)

Link Nota Fip Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons