RITMI BASSI: PALL.VIOLA RIMONTA MA IL SUCCESSO E’ PER IL CUS JONICO

Matera è già qualificata per il secondo turno di Supercoppa Lnp e chiuderà il proprio gironcino domani nella trasferta del Palapulerà contro la Mastria.

 

Il campionato è stato rinviato di una settimana, per ora ed i ritmi di questa sfida palesano, per larga parte dello stesso un clima da diesel al cento per cento.

Le squadre – La sfida del PalaFiom potrebbe essere realmente l’ultima gara ufficiale, da qui e per un bel po di tempo per Cus Jonico Taranto e Pallacanestro Viola, compagini che hanno acquisito entrambe, due titoli sportivi in estate, i pugliesi dal Chieti, i reggini dal Soresina.

I quintetti: Gli ospiti sopperiscono all’assenza di Fall con Prunotto, completano il quintetto Mascherpa,Barrile,Genovese, e Sebrek.

Primo quarto: I locali schierano Stanic,Morici,Bruno, Azzaro e Conte dovendo fare a meno di Matrone e Duranti.

I primi due punti li sigla Conte in contropiede dopo una palla rubata.

 

La risposta arriva dalla tripla di Barrile per il sorpasso, immediatamente corrisposto dalla medesima realizzazione dall’altra parte del parquet di Santiago Bruno.

 

Il nuovo pari passa dalle mani di Sebrek dopo un lungo digiuno delle due squadre.

 

Morici, Mvp della scorsa settimana si esalta in schiacciata per il nuovo vantaggio locale.

 

Gobbato, neo entrato ristabilisce la parità in lay up e si ripete qualche minuto dopo con il nuovo vantaggio ospite.

 

Il pareggio? Ancora Morici con una bella percussione.

 

Il rientrante Roveda segna un libero e riporta avanti i nero-arancio e prosegue con un bel centro(9-12).Il periodo termina con un gioco balistico allo scadere di Stanic che significa vantaggio locali al termine del quarto.

 

Nel secondo periodo, Morici apre le danze con un canestro da due.

 

Pallacanestro Viola risponde tonica con un canestro più fallo di Enrico Gobbato che fallisce l’aggiuntivo che poteva significare pareggio: lo stesso Gobbato si riscatterà pochi secondi dopo con un 1/2 che riporta in pari gli ospiti di Coach Bolignano.

 

Il punto a punto continua tra tanti errori:Taranto ha la forza per ripassare in vantaggio con Fiusco. Il pareggio lo firma Barrile. CJ ancora avanti, invece, con Morici impattato da Mascherpa.Agbortabi sigla il nuovo più due in entrata subendo il fallo e realizzando l’aggiuntivo.Il punto a punto continua con il nuovo vantaggio firmato da Genovese ai liberi al sesto.

 

Taranto tenta il decollo: Pellecchia prima ed un doppio Stanic subito dopo fanno decollare Taranto sul più 5.

 

Un bel canestro di Gobbato porta le due squadre sul 33 a 30 di fine secondo quarto.

 

Nel terzo quarto, Prunotto sigla il meno due con un bel piazzato.

Agbortabi si esalta in stoppata: subito dopo Stanic segna e subisce il fallo(sbagliando l’aggiuntivo e confermando la sera taccia complessiva al tiro)(35-32).

Morici si sblocca dalla lunga a segna un tonico più sei.

Barrile,Mascherpa e la bomba di Genovese riescono a ricucire lo scarto in casa Pallacanestro Viola(39-39).

 

I ritmi crescono ma il punto a punto resta:Gianmarco Conte rimanda avanti il Cus.Genovese riscalda la mano e ne insacca un’altra.Mascherpa lo segue a ruota e firma il nuovo vantaggio ospite.

Ancora Conte pareggia i conti con la gara che prova a prendere i giusti ritmi cestisti.

Roveda la insacca dall’angolo ma dopo questo centro non si segna più.

 

Errori su errori fino al centro finale del quarto che riporta in vantaggio il Cus che porta la firma di Conte.(48 a 46).

 

Nel quarto periodo è subito sorpasso Pall.Viola con la bomba di Mascherpa.

Taranto risponde con un super break sulle ali dei canestri di Bruno, Morici(spegnatura spettacolare) e Conte fino al più dieci(massimo vantaggio del match).

 

Tutto finito? Assolutamente no. Il genio di Mascherpa prova a riaprirla riportando gli ospiti sul meno cinque. Prunotto firma il meno tre con i Bolignano’s boys che ci credono fino in fondo.

Roveda impatta il match:il clamoroso contro break è da urlo ed il play lombardo realizza e subise il fallo(62-62)a due minuti dalla fine.

 

Conte e Genovese firmano il nuovo batti e ribatti.

Morici, da campione ad un minuto dalla fine rimanda avanti i locali, idem Roveda che impatta ancora a 38 dalla fine.

A 31 secondi dal termine, ci pensa, invece la materia grigia di Stanic, sempre da due.

 Nicolas Morici ancora lui , insacca i liberi dalla vittoria a 13 secondi dalla fine spegnendo le ultime e residue speranze ospiti.

Genovese l’avrebbe anche riaperta da tre ma non c’è più tempo.Stanic sigla gli ultimi due liberi e termina 72 a 69.

 

 

Cus Jónico Taranto – Pallacanestro Viola Reggio Calabria 72-69

(13-12,20-18,15-16,20-20)

Cus Jonico Taranto:Longobardi 3,Fiusco 2,Pellecchia 3,Morici 21,Agbortabi 2,Stanic 15,Matrone,Conte 13,Bruno 13,Azzaro All Olive

Pall.Viola:Mascherpa 14,Genovese 16,Barrile 9,Gobbato 11,Roveda 9,Centofanti ne,Sebrek 3,Frascati,Radusin ne,Romeo ne,Prunotto 6.All Bolignano Ass Motta

Danny Lillo di Brindisi e Cosimo Schina di Castellaneta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons