Romana Pirillo tuona sui campi

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Buongiorno Direttore Le scrivo perche’ esausta di stare a guardare ……quella che avrebbe dovuto essere ,o meglio, si dice che oggi sia , la Città dello Sport  . Di cosa stanno parlando ? di Reggio Calabria ? quale città dello Sport, ma facciamo ridere anche i polli !! ma vi siete guardati in giro ? quanti sono gli impianti chiusi ,inagibili ? abbandonati ? finiti e non omologati e quindi in mano a vandali ,quelli  aperti e agibili  avete visto in che condizioni sono? il Palapentimele ancora chiuso dopo circa 18 mesi, ma cari signori miei  la dicitura “Città dello Sport”, Reggio Calabria non la merita, sarebbe stato piu’ giusto ”rifiutare” questo encomio. Siamo al 23 settembre con inzio dei campionati il 12 ottobre e ancora le Società sportive  non hanno avuto in concessione gli impianti.
Per chi fa Sport come la sottoscritta ,che ha girato l’Italia intera ,vedendo impianti con condizionatori, parquet, spogliatoi puliti e funzionanti, ingressi con piante e fiori ,bar e quant’altro ,sentire oggi chiamare Reggio Calabria Citta dello Sport credo che sia una offesa a chi veramente meriterebbe questo riconoscimento.
Per non parlare poi delle tariffe che oggi i Commisari “giustamente ” hanno applicato per risanare il “buco” che qualcuno ha creato ,dilapidando le casse Comunali e oggi Noi, che vorremo far praticare lo sport ai nostri tesserati facciamo enorme fatica,chiedendo aiuto ai genitori ,per colpe che non sono nostre e che qualcuno ci costringe a pagare,per i diritti dei nostri tesserati ,perche’ siamo animati dalla passione, a volte troppo costosa . Quest’anno  per fare un minimo di attività dovremmo pagare diecimila euro solo per  i turni negli impianti che i nostri tesserati, bambini e ragazzi , dovrebbero usare.Il Diritto allo Sport dove sta ? Ma di cosa stiamo parlando ? Quale funzione sociale dello sport ?
Questo e’ lo Sport a Reggio Calabria ,altro che Citta’ dello Sport ,qui c’e’ di tutto e di piu’…….
E che vogliamo dire degli impianti che le Società  usano senza alcuna Concessione………..diventando abusivi e nel contempo dichiarandolo nelle interviste?
Lo Sport di oggi non e’ lo Sport di ieri dove non esistevano tutte queste porcherie , dove si pensava solo a correre ,divertirsi e fare divertire ,dove c’era socializzazione, aggregazione  , questi sono i principi fondamentali che dovremmo oggi far garantire ai ns. tesserati , ma nel nostro caso l’ amministrazione  Comunale e Provinciale non  puo’ e non vuole  garantire nulla di tutto questo e alle nostre domande rispondono dicendo  : “se volete  e’ cosi’ altrimenti chiudete” QUESTO E’ IL DIRITTO ALLO SPORT A REGGIO CALABRIA.
Pensateci……
Romana Pirillo Dirigente Ass.Dil.Basket Nuova Jolly Reggio Calabria

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons