Rosarno con il “sangue agli occhi”,parla Pasquale Crucitti

comunque una volta preso il parziale abbiamo gestito fino a fine gara pur avendo qualche problema visto l’infortunio del nostro pivot Brugalossi
che è dovuto uscire nel corso della partita ma siamo stati bravi a gestire sia con i piccoli che ci hanno dato una grossa mano ma anche con i lunghi(Lo Presti De Paola e Antonio Donato) che hanno mostrato una buona difesa.
A fine gara il tabellone mostrava più 20 Rosarno.

Massimo in C1 per te e prestazione da incorniciare per capitan Iaria, Rosarno ha ancora qualcosa da dire in questo torneo che ne dici?

Sinceramente l’anno scorso c’è stata una partita dove avevo segnato 29 punti ma questa è stata più importante vista la situazione attuale ed è appunto una grande soddisfazione, quest’anno ci alterniamo a segnare con Capitan Iaria e Rizzieri ma l’importante non sono i punti personali ma le vittorie.
A proposito del capitano era da tanto che non partiva così concreto nei minuti iniziali,e con la sua partenza “a razzo”ho capito che era il caso di accompagnarlo e abbiamo avuto ottime percentuali al tiro sia da 2 che da 3 punti.
PER QUANTO RIGUARDA LA SQUADRA SECONDO ME IL ROSARNO PUò FARE ANCORA TANTO.CE LA GIOCHEREMO CoN MOLTE SQUADRE SE INIZIAMO A GIOCARE COME SAPPIAMO.IL CAMPIONATO è LUNGO…STAREMO A VEDERE….

Chi vedi in pole per la promozione in C1?

Ovviamente è troppo presto per tirare i conti..
secondo me quest’anno potrebbe salire il Canicattì o l’Acireale però attenzione al Cosenza che ha anche una buona squadra e giocatori di categoria.

Quanto può crescere ancora il vostro gruppo?

C’è da dire che molti di noi ci conosciamo a memoria visto che giochiamo insieme da anni e la cosa positiva di questa squadra è che siamo un gruppo compatto e quindi sappiamo uscire dai momenti di difficoltà. Possiamo crescere e migliorare ancora tanto l’importante sarà giocarcela con
chiunque a testa alta senza paura. Vorrei ricordare che ci sono dei ragazzi interessanti come Costa Vozza e Commisso che giocano due campionati
e stanno dimostrando il loro valore anche in c1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons