Rosarno si sveglia tardi,Messina vince ancora

 

 

ROSARNO-Buona cornice di pubblico al PalaFamurro nonostante il clima sicuramente gelido per un mercoledì da leoni.Rosarno parte in quintetto con Nino e Pasquale Crucitti,capitan Iaria all’inventiva con con Brugalossi e Alfonso sotto canestro.Messina risponde con Fazio play, capitan Centorrino e Carnazza esterni  con Arrigo affiancato a Vecchiet sotto le plance.

I due coach del Rosarno coordinano il match dagli spalti mentre l’allenatore ospite spedisce in campo una formazione ricca di fiducia attualmente al quarto posto in classifica e sostenuta da una festante cornice di pubblico.

Dopo una prima fase di studio,Messina vola avanti.Bello il canestro sulla sirena dei 24 di Gianni Vecchiet(6-10)che avvierà gli ospiti verso uno slancio determinato(6-14).Sarà ancora Vecchiet(davanti ai suoi amici della Gioiese,presenti nel pubblico) ad esaltarsi(8-19) sempre dall’angolo.

L’angolo in questione, qualche attimo dopo sarà preda facile anche per Gaetano Arrigo per il più undici ospite ed il conseguente Time-Out chiamato dalla panchina del Rosarno.

Nella seconda metà di prima frazione si segna un po ciascuno verso il 21 a 30 di fine primo periodo.

Nel secondo periodo Rosarno parte in quinta: prima tripla di Pasquale Crucitti, poi canestro più fallo di Iaria(con libero realizzato) con i locali che ritornano sotto di cinque.

Messina chiama Time-Out e risponde subito al fuoco con Adorno da tre.

Arrigo, qualche attimo dopo, riconquista il più nove,sempre dalla lunga.

Il divario cresce, anche perchè l’Amatori sembra più concentrata e conquista i 45 punti a metà secondo quarto(contro i 29).

L’Amatori si trova totalmente a proprio agio al PalaFamurro e colpisce ancora dalla lunga prima con Galletta  e poi con Restuccia(38-53).

 

Al rientro dagli spogliatoi Rosarno prova a spingere, alzando i ritmi e correndo in contropiede. E’ la chiave corretta perchè le canotte giallo-blu iniziano a giocare bene ed a “monetizzare” al tiro(56 a 62).

L’effetto PalaFamurro diventa più forte che mai.Una tripla di Pasquale Crucitti fa esplodere il palazzetto(62-65).Crucitti segna ancora ma il canestro più bello è di Vincenzo Speranza che sigilla il vantaggio con una segnatura allo scadere dei 24.(66 a 65).

Poco dopo, un’interferenza abbastanza dubbia su stoppata di Alfonso manda nuovamente avanti gli ospiti.

Il terzo quarto terminerà con un canestro allo scadere di capitan Centorrino.Il quarto periodo inizia con un perentorio 0-5. Rosarno appare più rilassata del periodo precedente e Messina ne approfitta colpendo prima da tre con  Restuccia, modello Jack  Malanda sempre da tre, poi con Centorrino e Carnazza(68-80).

Alfonso tiene a galla i locali con un canestro più fallo(74-80).Centorrino segna da tre ma un grande Pasquale Crucittii si ripete dalla lunga(79-83) per un finale vibrante.

Speranza recupera il rimbalzo e subisce fallo: sbaglia entrambi i liberi ma il rimbalzo lo cattura Iaria.La palla arriva nelle mani di Rizzieri che subisce fallo e realizza entrambi i liberi 88-91.

Rosarno difende bene,ancora Pasquale Crucitti,probabilmente il migliore dei suoi, recupera il rimbalzo s’invola in contropiede e  serve Speranza che in contropiede,tutto solo, il canestro del possibile meno uno.Sul possesso successivo, la tripla decisiva sarà tutta per Antonio Fazio.(88-94).Messina vince ancora e si gode la sua classifica migliore di sempre.Rosarno deve riflettere sull’andamento iniziale delle sue partite e ritornare al successo gia dal prossimo turno in casa del Ragusa.

I tabellini della gara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons