Rosarno,sconfitta che non ci voleva

 

 

Merito del Gravina che firma un bis contro le calabresi (una settimana fa aveva sconfitto la Redel), merito della confusione nei giochi e nelle difese dei calabri apparsi davvero “troppo” sbadati.

L’uomo della rimonta sarà Pasquale Crucitti che ricucirà il gap con una bella tripla e tante percussioni.

A quel punto Rosarno cambia nuovamente difesa. Spazio alla 1-3-1 per fermare la voglia di Vitale e soci che agiranno alla grande contro la difesa dei calabresi.74 a 78 il finale.

Adesso,nuovamente contro una formazione etnea,il Paternò,Iaria e soci dovranno rialzare la testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons