ROSSI: REGGIO HA QUALCOSA CHE ALTRI NON HANNO, IL CALORE DELLA GENTE

Rossi è uno dei simboli assoluti del mito Viola. Uno dei primi “stranieri” impattanti nei campionati in nero-arancio. Oggi lavora al servizio della Pallacanestro Viola.

Gigi Rossi  è stato ospite del nostro format settimanale in compagnia del Presidente del Comitato Regionale Fip Calabria, Paolo Surace,del Presidente della Pallacanestro Viola Carmelo Laganà, del Gm Giuse Barrile e del dirigente Calafiore.

Pillole da Rac Live

La squadra – La società aveva composto un parco giocatori importante.

Sicuramente sopra rispetto al livello di C Silver.

Di conseguenza eravamo proiettati verso l’ambito risultato.

Dovevamo aspettare i famosi PlayOff per avere la sicurezza ma, secondo me, le basi c’erano.

Ci sono ancora secondo me, con due o tre aggiunte, si può fare la Serie B.

Dipenderà dall’ambiente che troveremo.

L’esperienza del Coronavirus è molto particolare: bisognerà tenere conto di tantissime variabili, distanziamento, porte chiuse e non solo.

La Viola ha qualcosa in più che non hanno gli altri, il calore del pubblico, anche quando si costruisce, questo accade anche in altri settori.

 

La gente – Ci vuole la forza della società che ha già in mente quello che vuole fare.

La coesione di un gruppo di persone indirizzate a fare tutto il possibile per far andare bene la società.

Il pubblico, secondo me, verrà di conseguenza.

Quest’anno c’è stata una risposta attraverso l’intervento degli sponsor davvero importante.

Spero che tutto questo possa fare risalire ancora di più.

Chi ha operato ha una quarantina di anni di esperienza nel basket: abbiamo il viatico giusto per superare alcuni ostacoli.

 

La Basket Reggio – Bell’esperienza.

Mi chiamò il Presidente Viola. Ero a Messina e mi presentò il progetto legato anche alle giovanile.

La Basket Reggio era gestita da Paolo Fulco ed il Coach era Santo Surace.

Tornai a Reggio ed iniziò una bella esperienza.

Ero allenatore giocatore.

C’era Umberto Gira, Giovanni Speranza ed io: andavamo d’accordissimo.

Abbiamo vinto subito, andammo in C1 e con il Presidente Malavenda andammo addirittura in B con tutti i giocatori della Viola giovanile Solomon, Livornese, Manganaro e non solo.

Una bella esperienza, abbiamo sempre costruito qualcosa.

 

Il basket oggi – Bisogna inserire la mentalità giusta a chi di dovere che il basket va inserito in una educazione scolastica.

La mentalità sarà fondamentale, piccoli passi ma definitivi, pochi clamori ma importanti come la Pallacanestro Viola che ha l’esperienza in più degli altri.

 

Un auspicio – Continuare su questa strada.

Non per forza con campionati super ma con serietà.

Serietà che sviluppa una passione per tutti i componenti della squadra e che ci lega verso il risultato utile positivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons