Sabato sera, che finale

 

 

Sabato sera inizia una finale tutta nero-arancio.

La Viola? No, i nero-arancio hanno terminato il campionato da tempo e proprio sabato presenteranno parte del nuovo futuro con la Conferenza Stampa del nuovo Presidente Giusva Branca.

Nella prossima settimana è previsto un incontro con il Coach Ponticiello proprio per parlare del futuro dell’allenatore campano e della prima squadra dopo avere ottenuto in un anno e mezzo risultati più che strabilianti considerando che all’arrivo dell’allenatore di Sant’Antimo i reggini giacevano sul fondo della classifica al primo anno di Dna ottenuto dopo il ripescaggio estivo e che nella stagione appena conclusa tra una miriade di problemi, logistici e nella composizione del roster, la Viola è riuscita a centrare la conquista della salvezza ed ha monetizzato alla grande sbaragliando una folta concorrenza con il premio Under.

Ci trasferiamo in Piemonte a Tortona dove si giocherà una gara molto speciale.

Inizia la serie di finale tra la Derthona ed il Piacenza.

Nella formazione piemontese gioca un talento unico del basket reggino,volato via per diventare un professionista.

Parliamo di Kenneth Viglianisi, ex giocatore del Torino.

L’atleta è cresciuto nelle giovanili della Scuola di Basket Viola vincendo un titolo Esordienti sotto la guida di Nino Malavenda prima di spiccare il volo al network di Catanzaro e subito dopo a Reggio Emilia.Kenneth è il fratello maggiore di Brandon Viglianisi, altro prodotto del settore giovanile della Viola che sta crescendo a vista d’occhio sia dal punto di vista fisico che tecnico e che ha fatto parte della rosa della Viola nella stagione appena conclusa.

Il play del Dethona sta impressiando specialmente in chiave difensiva e se la dovrà vedere con ben tre ex giocatori della Viola.

In cabina di regia ci sarà Rodolfo Rombaldoni, storico play della Viola di Lino Lardo e veterano specialista unico in promozioni e titoli conquistati all’interno di un palmares infinito.

Sugli esterni c’è uno dei protagonisti della prima parte della passata stagione della Viola,quel Johnny Zampolli che stupì da avversario dei nero-arancio con la canotta dell’Upea ma non si ambientò mai a pieno, dal punto di vista tecnico, in riva allo stretto.

In ala grande,invece, c’è il numero quattro dell’anno dello sfortunato spareggio di Roma, il longilineo Antonio Gambolati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons