SAVE THE DATE:DOMENICA ALLE 18 C’E’ VIOLA-TRAPANI

di Giovanni Mafrici – La Reggio Calabria sportiva che combatte vuole cinquemila spettatori

Che tristezza il non vedere la Viola in campo.

Il rinvio della sfida del PalaFacchetti di Treviglio ha portato i supporters nero-arancio ad un lungo digiuno di partite.

La gara vinta in maniera esemplare al PalaEstra di Siena(vi basti pensare che i toscani si sono riscattati a Rieti) sembra già lontanissima ed il per aspettare il prossimo impegno, i calabresi dovranno aspettare domenica 8 Aprile alle ore 18.

Si ritorna al PalaCalafiore per una sfida dai mille temi.

Tre giornate al termine del campionato.

In mezzo alla burrasca legata alla vicenda fidejussione, i reggini vogliono tenere la testa diretta sul campionato.

Sono rimaste quattro gare di stagione regolare.

Trapani in casa, Agrigento e Treviglio fuori unite alla sfida conclusiva contro Napoli per regalare alla Reggio Calabria sportiva l’ambito piazzamento PlayOff.

Cosa può succedere? Stando alle argomentazioni del deferimento, le sorti della Viola sono più enigmatiche che mai:in intensi, può succedere di tutto.

  1. PlayOff (senza alcuna penalizzazione)
  2. PlayOff ma con posizione modificata a causa di un’eventuale penalizzazione
  3. Salvezza senza passare dal PlayOut (a causa di un’eventuale maxi penalizzazione)
  4. PlayOut (a causa di una maxi penalizzazione)
  5. Retrocessione (pena massima)

In questo momento d’instabilità  e contro una grande avversaria (la Pallacanestro Trapani che ha cambiato guida tecnica esonerando Ugo Ducarello con il vice Parente) capace di rialzarsi e vincere all’overtime contro la Leonis Roma serve il pubblico delle grandi occasioni.

La meritevole squadra allenata da Marco Calvani merita le cinque mila persone del PalaCalafiore: questo è l’obiettivo nel breve periodo.

Per procure, tribunali, decisioni e denunce, bussare da martedì prossimo in poi.

Show Buttons
Hide Buttons