SCANDALO FIP CAMPANIA: A 17..SI PUO’

“Il Comitato Regionale Lazio ha comunicato le 17 società aventi diritto che hanno perfezionato l’iscrizione alla prossima stagione agonistica del campionato di C Gold. La formula a girone unico dovrà successivamente essere corredata dalle modalità di qualificazione alla fase playoff in attesa ovviamente di conoscere tempistiche e modalitá con le quali ripartire anche nei campionati dilettantistici regionali.

Il numero dispari imporrà sicuramente un turno di riposo per ognuna delle contendenti”.

Scrive così la nota della Pallacanestro Palestrina, compagine che ha deciso di autoretrocedersi dopo anni e anni di grandi soddisfazioni (Coach Ponticiello è stato un grande protagonista delle ultime annate).

Il quid in legame con il basket calabrese quale sarebbe?

A 17 si può, lo insegna la Fip Lazio.

Cosa ha portato la Fip Campania ha respingere le richieste d’ammissione di Termoli,Avellino e delle tre calabresi?

C’entra qualcosa l’imminente campagna elettorale dei Comitati Regionali in tutta Italia?

In sintesi, la Fip Campania, carte alla mano avrebbe potuto inserire nel girone, oggetto di discussioni, frasi pesanti da parte degli addetti ai lavori, polemiche e richieste di accesso agli atti, Termoli, rappresentante della Fip Molise, la campana Avellino e le tre calabresi, Vis,Lamezia e Rende passando dal numero di 12 al numero di 17 squadre, senza nessun problema.

Vorremmo, dunque, noi come tanti addetti ai lavori conoscere le reali motivazioni della scelta restrittiva e contro-corrente in base alle ultime volontà, dichiarate a mezzo stampa della Fip nazionale.

Rumors delle ultime ore argomentano di come, la Fip centrale, su richiesta dei Comitati calabresi e molisani abbia richiesto gli atti delle determina alla Fip Campania. Una decisione dovrebbe arrivare tra mercoledì e giovedì.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons