SOVERATO E LA STORIA DELLA VIOLA PIANGONO FABIO PAPAGIORGIO

Un destino sfortunato.
La storia della Cestistica Piero Viola e del basket calabrese in generale piange Fabio Papagiorgio.
Prospetto interessantissimo, classe 1961, conosciuto in ambito nazionale grazie a doti atletiche e tecniche importanti.
Si mise in luce del Soverato, sua città natale conquistando le finali nazionali Cadetti per poi volare in nero-arancio nell’ambita a blasonata Cestistica Piero Viola allora presieduta dal Giudice Tuccio.
Era la stagione 1978-79(giocò anche con Coach Enzo Porchi nella stagione 80-81)
Di lui, il suo allenatore Pippo Faina,disse, “ha dei mezzi fisici come un americano”.
Ala forte vera che giocò con lo status di Under in compagnia dei vari Gira,Bianchi,Borzì Mossali, Borlenghi, Enzo Putortì, Paiusco,Volpe e Canale.
La sua permanenza durò anche nella stagione successiva prima di girare tanto in ambito cestistico.
Potenziale immenso che, probabilmente poteva dare molto di più di quanto espresso.

ptr
Show Buttons
Hide Buttons