Storie dal basket in carrozzina

Termina 76 a 15 per i pugliesi.

L’analisi della trasferta nero-arancio la lasciamo alla piccola grande storia raccontata da Carlo Vetere,dirigente della selezione con questo scritto in arrivo dal suo personale social-network

Di Carlo Vetere

“Carlo vieni a Lecce: partiamo col pullman, stiamo una notte, l’indomani giochiamo e torniamo a casa…. tutto qui, semplice”.

Anch’io ho pensato subito: “Ma si, che sarà mai?!?! Semplice”.

Lo ammetto: non ero per niente…..per niente, PER NIENTE preparato.

Salire e scendere da un pulmino, percorrere una strada anche solo leggermente disconnessa, mettersi a letto e sdraiarsi, andare in bagno, passare da una porta, muoversi all’interno di una stanza, oltrepassare un semplice scalino alto pochi centimetri e tantissimi altri gesti quotidiani come prender anche un caffè o scegliersi un posto a sedere, gesti cui IO non faccio minimamente attenzione perchè consueti come il respirare, ebbene questi semplici gesti nelle ultime 48 ore mi sono sembrati la cosa più difficile potesse capitarmi nei miei 35 anni di vita.

Ma i miei nuovi amici della Violabasketincarrozzina con tutte queste difficoltà ci convivono, queste che chiamiamo “barriere” le affrontano e le superano ogni giorno, tutti i giorni, 24 ore su 24 e se non ci riescono, buon Dio, SI ADATTANO con straordinario coraggio e disinvoltura, trovano sempre una soluzione, quella che chiamasi “la meno peggio”, e lo fanno senza batter ciglio, senza lamentarsi….. e SE SOFFRONO, SOPPORTANO perchè hanno paura di creare preoccupazioni o di esser di peso, e se solo sospettano, anche solo minimamente, che tu possa accorgerti del loro disagio, ti sorridono e cambiano discorso cercando di distrarti……. cioè LORO cercano di distrarre, di tranquillizzare ME….. ma ci rendiamo conto?!?!?!?

Spesso mi metto in disparte, seduto in un angolo e me li ammiro tutti, nessuno escluso, ognuno col suo mondo.

Mi hanno dato una sonora lezione, una vera lezione di vita, non ero preparato…… Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons