Terza sconfitta consecutiva per la Viola

Siena (SI) –Diciannove anni senza vincere a Siena.

Non era facile rialzarsi in terra Toscana per una Viola involuta, ferita e reduce da due sconfitte consecutive.Una Siena non al top raddrizza la gara sugli ultimi possessi sfruttando un calo mentale nero-arancio arrivato nel momento sbagliato.

Tre sconfitte consecutive, quattro totali accanto a due vittorie che testimoniano un avvio pessimo di campionato per una Viola che non riesce a volare ad alta quota come in società, dopo grandi sacrifici economici ci si aspettava.

Pesa ancora l’assenza di Freeman, terminale offensivo troppo pesante da sostituire: Siena non ruba nulla, anzi gioca con l’essenziale e spettacolare verve del doppio americano con Bryant e Roberts sugli scudi.

 

I quintetti:La Mens Sana parte con gli americani Bryant e Roberts, Diliegro nel ruolo di centro affiancati a Ranuzzi e Udom.

La Viola risponde con Spinelli da play,Mordente e Rullo esterni con Brackins e Crosariol sotto canestro.

 

Partenza diesel per la Viola come è già accaduto in questo torneo? Si, assolutamente si.

Il primo centro è per l’americano Bryant, il secondo per il connazionale Roberts seguito ancora da un centro di Bryant per un 6-0 perentorio.

La Viola si sblocca con Mordente ma un attimo dopo arriva una schiacciata dominante, in correzione, di uno scatenato Bryant che scrive a referto un tap-in volante “da paura”.

Il carburare della Viola parte dalla tripla di Rullo(8-5):Siena pasticcia, la Viola anche e si vola verso il primo time-out della gara.

Al rientro dal Time Out, la Viola arriva sotto di uno grazie all’alley-hoop sull’asse Rullo-Crosariol.

Roberts con grande spazio segna da tre(11-7):Bryant fa volare i suoi sul più sei con un bel canestro in slalom ma Rullo non molla con un altro canestro da tre.

Il combattimento è acceso: la Viola non riesce a catturare rimbalzi difensivi rassicuranti ma resta a galla grazie a Brackins(tripla e una stoppata per lui).

Rullo prende per mano la Viola grazie ad un canestro tutto personalità(è il meno due) ma la rimessa istantanea di Siena porta ad una spettacolare tripla allo scadere del primo periodo con Borsato(24-19).

Nel secondo periodo Siena allunga: la Viola mostra un Brackins voglioso ma i toscani arrivano fino al più sette per due volte(la seconda con tripla di Bryant) che diventa più nove dopo un bel movimento nel pitturato di Cucci.

A metà tempo arriva una tripla importante:Spinelli realizza da sette metri per il 33 a 29: la Viola ritorna in gara perché super Ion Lupusor realizza il meno uno con un’altra tripla.

Siena fa fatica con i due americani in panchina e Lupusor, un attimo dopo realizza ancora dalla lunga(35 pari):i locali rispondono subito con una tripla di Bryant.

Il quarto finisce sul 40-35 dopo il “parzialino” toscano di 5-0 con un 3 su 10 ai liberi preoccupante per una Viola che, ha mostrato un buon atteggiamento rispetto all’ultima uscita.

Nel terzo periodo i Coach ripartono gli starting five di inizio partita.

Rullo inizia con uno step-back che porta la Viola sul meno tre.

La Viola tra tanti errori resta in partita ed azzecca il pareggio a sei dalla fine del quarto con una nuova tripla di Spinelli.

Il sorpasso? Arriva un attimo dopo con una tripla “Impossibile” di uno scatenato Rullo.

Siena va avanti di due punti per due volte ma la Viola sembra averne di più: doppio pareggio per i nero-arancio che volano avanti al terzo tentativo con una schiacciata spettacolare di Crosariol:il trentadue della Viola si ripete un attimo dopo firmando il più quattro per la Bermè.I reggini, dopo una clamorosa ingenuità di Spinelli vanno al riposo con due punti di vantaggio.

Nel quarto periodo si combatte.

Mordente parte forte prima di ritornare in panchina: Siena prova a pungere ma la Viola tiene botta.

Crosariol stoppa, Valerio Costa segna i suoi primi due punti in velocità ma i toscani non mollano la partita.

Siena impatta a 6.32 dal termine e vola in vantaggio con Bryant con un bel parziale di 8 a zero terminato con una bella schiacciata di Roberts.

Tutto finito? Ci pensa Lupusor, ancora lui a tenere in gara la Viola anche se, Siena risponde nuovamente dalla lunga con Roberts.

A 3.21 Brackins, in panchina per larga parte della seconda parte di gara commette fallo antisportivo: I bianco-verdi volano sul più 3 fallendo la tripla del più sei con Borsato.

Sull’azione successiva, però, Brackins sbaglia ancora il passaggio e Siena vola con un alley-Hoop spettacolare di Roberts.

A due minuti dalla fine Brackins sbaglia la tripla del pareggio e Siena allunga sul più cinque.

A un minuto dalla fine, Roberto Rullo segna e subisce il fallo sbagliando l’aggiuntivo(tre punti da recuperare):Siena punisce ancora, nuovamente in schiacciata con Udom 74-69.

Bryant sigilla la sfida con un’altra schiacciata coast-to coast in mezzo ad una Viola “In bambola” che subisce la terza sconfitta consecutiva.

 

Mens Sana Siena-Bermè Viola Reggio Calabria 76-69

(24-19,16-16,11-18,25-16)

Siena:Di Liegro 6,Ranuzzi 2,Udom 8,Roberts 22,Bryant 26,Cacace,Borsato 8,Marini,Bucarelli,Cucci 4.All Alessandro Ramagli Ass Matteo Mecacci

Viola:Mordente 6,Rullo 19,Crosariol 8,Brackins 12,Spinelli 6,Costa 3,Lupusor 9,Ghersetti 6,Pandolfi ne,Sindoni ne.All Giovanni Benedetto Ass Massimo Bianchi

Arbitri Sergio Noce di Latina,Alessandro Costa di Livorno e Alessandro Pilati di Zanè(Vi).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons