Touring Basket,una super puntata per voi

 

Chi è Coach Gebbia?

Gaetano Gebbia inizia la propria carriera di allenatore organizzando e seguendo un gruppo minibasket a Ragusa dove è cresciuto.

È la stagione 1978/79 al termine della quale si trasferisce a Roma per frequentare l’ISEF e far parte dello staff tecnico del settore giovanile della Stella Azzurra.

Al Collegio De Merode, oltre ad entrare a contatto con la prima squadra che disputa il campionato maggiore (Vandoni prima e Benvenuti dopo gli allenatori) si occupa di minibasket ed allena, nei suoi quattro anni di permanenza nella capitale, le squadre propaganda, ragazzi ed allievi, sotto lo sguardo di Altero Felici, storico maestro romano di fondamentali.

Inizia nel frattempo il proprio percorso formativo, frequentando il corso allenatore e gli stage di 1°, 2° e 3° del CNAG.

Nel 1983, chiamato da Gianfranco Benvenuti, approda a Reggio Calabria rivestendo il ruolo di vice allenatore (la squadra è stata appena promossa in Serie A) e di responsabile del settore giovanile.
Un settore giovanile, avviato l’anno prima dall’allenatore livornese, da costruire, nell’organizzazione, negli allenatori, nei dirigenti, nel reclutamento, nelle strutture.

Come vice di Benvenuti, Puglisi, Zorzi e Recalcati, vive in prima persona la crescita e l’esplosione della VIOLA. Nel frattempo completa il proprio iter formativo diventando Allenatore Nazionale ed Istruttore Nazionale di MiniBasket.

Significativa l’attività di monitoraggio attraverso la quale vengono reclutati giocatori che diventeranno importanti nel basket nazionale quali Avenia, Tolotti, Attruia, Livecchi. 
Verso la fine degli anni ottanta, recandosi in Argentina, recluta Giorgio Rifatti e Hugo Sconochini.

Nel 1992, al termine della promozione della squadra in A1, lascia il ruolo di assistente per dedicarsi esclusivamente al settore giovanile le cui squadre cadetti ed juniores, prime esperienze in Italia, giocheranno anche le serie minori (C1 e C2).

La scelta “giovanile” porta, fra l’altro, alla vittoria del campionato nazionale cadetti nel 1995; nello stesso anno è assistente di Guido Saibene con la Nazionale Juniores al Campionato del Mondo in Grecia.

In quegli anni comincia ad occuparsi di formazione ed è fautore del primo tentativo di corso per istruttore di settore giovanile.

Con la stagione 1995/1996 torna a fare l’assistente con la prima squadra (Coach Zorzi) e dalla stagione 1996/1997 al 2000 svolge il ruolo di Capo Allenatore.

Arrivano per la prima volta in Italia alcuni importanti giocatori quali Diego Fajardo, Jay Larranaga, Brian Oliver, Manu Ginobili, Alejandro Montecchia, Carlos Delfino.

Nella 1999 ottiene la promozione della Viola in A1 e nella stagione successiva il miglior piazzamento della storia della squadra reggina.

Nel 1997 è chiamato da Ettore Messina quale assistente della squadra Nazionale con la quale partecipa al Campionato Europeo di Barcellona, manifestazione che si conclude con la conquista della medaglia d’argento.

Nel 2001 si fa promotore del 1° Master GIBA e nell’estate dello stesso anno svolge il ruolo di assistente ai Giochi del Mediterraneo in Tunisia (medaglia di bronzo) e subito dopo inizia la collaborazione con la Fip quale responsabile tecnico delle squadre nazionali giovanili.

Oltre ad allenare tutte le formazioni nazionali giovanili, organizza, coordina e gestisce l’attività di monitoraggio e reclutamento, realizzando e sviluppando, a tal fine, il Progetto di Qualificazione Nazionale.

Nel frattempo torna a collaborare con E. Messina, responsabile tecnico del CNA, dando un grosso contributo alla riforma della formazione degli allenatori.

Torna ad occuparsi del CNA negli anni successivi, chiamato da Carlo Recalcati, fino a divenirne egli stesso Responsabile Tecnico.

Oltre ad aggiornare i corsi di formazione (dall’Allievo Allenatore all’Allenatore Nazionale), realizza importanti progetti quali il PAO (Progetto di aggiornamento obbligatorio), la regionalizzazione della formazione ed il nuovo progetto per l’Istruttore Giovanile.

Docente della Scuola dello Sport, dal 2004 al 2008 è pure docente di “Teoria, Tecnica e Didattica della Pallacanestro” presso Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro.

Nel 2007 è fra i soci fondatori dell’APG (Associazione Allenatori Pallacanestro Giovanile) di cui è presidente.

Relatore a numerosi clinics per allenatori, allenatori, dirigenti, arbitri, in Italia e all’estero, ha scritto diversi articoli tecnici ed è coautore del libro “Insegnare lo sport – Manuale di Metodologia dell’Insegnamento Sportivo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons