TRA I PIU’ GRANDI DI SEMPRE

Le lacrime di Pau Gasol nel ricordo dell’amico fraterno Kobe Bryant, nel giorno del ritiro ufficiale dal basket giocato: “Mi manchi, sei un fratello maggiore per me”.

Pau Gasol ha annunciato a Barcellona la fine della sua carriera da giocatore professionista. A 41 anni la stella del basket iberico ha deciso quindi di dire basta, dopo aver conquistato tutti i principali titoli ad eccezione dell’oro olimpico: un titolo mondiale, due argenti olimpici e tre titoli europei con la Spagna e due anelli Nba con i Los Angeles Lakers.”

È una decisione difficile da prendere dopo tanti anni ma è una decisione ponderata – ha detto Gasol in una affollata conferenza stampa a Barcellona -. Io contavo di chiudere giocando, non tra stampelle e interventi chirurgici”. 

    In tanti anni in Nba – dove è stato tra l’altro nominato ‘Rookie of the Year’ nel 2002 ed inserito per sei volte nell’All-Star gare -, Gasol ha giocato anche Memphis Grizzlies, i Chicago Bulls, i San Antonio Spurs e i Milwaukee Bucks. 

    Tornato al Barcellona, dove aveva fatto vedere tutta la sua classe a fine Anni ’90, il colossale centro catalano è riuscito a vincere la scorsa stagione l’ultimo scudetto con i colori blaugrana prima di presentarsi ai Giochi di Tokyo dove la Spagna è stata eliminata nei quarti di finale dagli Stati Uniti. “Sono grato a tutti per aver vinto un altro campionato con il Barcellona ma questo non è un addio, è un arrivederci – ha detto ancora -. Ho chiuso la fase da giocatore ma ci sono molte strade aperte. Le possibilità di fare cose importanti sono tante, o almeno questa è la speranza che ho”.

Show Buttons
Hide Buttons